Cronaca

Autostrade, via libera alla cessione al consorzio guidato da Cassa depositi e prestiti

L'accordo di cessione prevede che il 'closing' non possa comunque avvenire, anche in caso di avveramento delle condizioni, prima del 30 novembre 2021

È attesa per oggi la firma, che darà il via libera definitivo alla cessione di Autostrade al consorzio guidato da Cassa depositi e prestiti. Giovedì 10 giugno il consiglio di amministrazione di Atlantia ha accettato l'offerta vincolante per l'acquisizione dell'88,06% di Autostrade per l'Italia, presentata dal consorzio guidato da Cassa Depositi e Prestiti con i fondi esteri Blackstone e Macquarie.

Una nuova tappa che arriva dopo quella del 31 maggio scorso quando l'assemblea degli azionisti della holding infrastrutturale ha dato disco verde alla proposta del cda di cessione dell'intera partecipazione detenuta in Autostrade per l'Italia al consorzio. L'assemblea in via consultiva aveva, infatti, espresso parere favorevole con l'86,86% del capitale presente. E il board di Atlantia, tenendo conto del voto assembleare, ha posto l'ultimo tassello dell'operazione approvando l'offerta e ha conferito al presidente Fabio Cerchiai e all'amministratore delegato Carlo Bertazzo per la finalizzazione e la sottoscrizione dell'accordo nel rispetto della scadenza di oggi 11 giugno.

L'accordo è sottoposto alle condizioni sospensive che dovranno verificarsi entro il 31 marzo 2022 (Long Stop Date) o la diversa data che verrà concordata tra le parti, ma comunque non oltre il 30 giugno 2022. L'accordo di cessione prevede che il closing non possa comunque avvenire, anche in caso di avveramento delle condizioni, prima del 30 novembre 2021.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Autostrade, via libera alla cessione al consorzio guidato da Cassa depositi e prestiti

GenovaToday è in caricamento