Martedì, 28 Settembre 2021
Cronaca

Autostrade, A10 riaperta tra Pra' e Aeroporto

Il cantiere avrebbe dovuto chiudersi il 25 agosto, ma la fine dei lavori è stata anticipata rispetto alle previsioni

È stato tolto sabato mattina, in anticipo rispetto ai programmi originari, il cantiere sulla A10, riaprendo tutte le corsie agli automobilisti. Dunque la viabilità, che fino a venerdì era deviata con uno scambio di carreggiata, è ripresa normalmente, e il traffico scorre in maniera regolare.

Il cantiere serviva per ammodernare la galleria Provenzale nel tratto Genova Aeroporto-Genova Prà sull'A10, ed era stato aperto il 16 agosto, secondo il piano Aspi concordato con il Mims, Regione Liguria e Comune di Genova. Avrebbe dovuto chiudersi il 25 agosto, ma la fine dei lavori è stata anticipata rispetto alle previsioni. 

Video: A10, la fine dei lavori e la risistemazione delle corsie

In campo h24 hanno operato una task force di 100 uomini su più turni di lavoro e oltre 20 macchinari tra piattaforme elevatrici, escavatrici, perforatrici e autopompe per il calcestruzzo, per un impegno di oltre 6 milioni di euro.

I lavori eseguiti:

  • Galleria Provenzale: installazione di circa 100 centine per potenziare il rivestimento della galleria;
  • Galleria Torrazza: ricostruzione definitiva di due conci, eseguita sfruttando la chiusura necessaria per gli interventi della galleria Provenzale. A una prima fase di demolizione è seguito il consolidamento del fronte roccioso e gli interventi di impermeabilizzazione;
  • Galleria Di Pra’: installazione di centine, avviata ottimizzando la chiusura prevista per i lavori nella galleria Provenzale: questi lavori procederanno fino al 22 ottobre esclusivamente in chiusura notturna di tratto 5 giorni su 7 a eccezione di due weekend, previsti ad ottobre, in cui sarà necessario installare una riduzione di carreggiata permanente nella sola direzione Savona.

Cgil e Fillea sottolineano la positività della conclusione in anticipo dei lavori  nel tratto della A10, Genova Aeroporto-Genova Pra': “È necessario però condividere con l'azienda un’organizzazione del lavoro per tutte le lavorazioni sulle infrastrutture liguri - spiegano Fabio Marante , segretario Cgil Liguria e Federico Pezzoli , segretario generale Fillea Cgil Liguria - Attraverso  una contrattazione anticipata per condividere i principali aspetti dell'attività nei cantieri, dai turni alla logistica,  ed evitare che la sicurezza venga sacrificata all'ansia di concludere i lavori”.

Sono oltre 300 gli operai e tecnici che stanno operando per la messa in sicurezza delle gallerie con impegno e grande sacrificio.

“Sono opere necessarie a evitare la marginalità della nostra Regione - continuano i sindacalisti – E per essere in grado di avere infrastrutture consone per il nostro sistema economico già dalla ripartenza dopo le ferie estive”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Autostrade, A10 riaperta tra Pra' e Aeroporto

GenovaToday è in caricamento