Lunedì, 20 Settembre 2021
Cronaca Multedo / Via dei Reggio

Autoparco per decongestionare il porto, fra le ipotesi anche Multedo

"L'autoparco è una delle priorità dell'amministrazione proprio perché si possano fare più attività ai varchi portuali, cosa ora impossibile, e, nel contempo, liberare la città dal traffico". Così l'assessore Maresca in consiglio comunale

Alle ore 14 il consiglio comunale di martedì 6 luglio si è aperto con la discussione degli articoli 54, interrogazioni a risposta immediata.

Mauro Avvenente (Italia Viva) e Cristina Lodi (Pd) hanno domandato chiarimenti in merito alla notizia riportata dai giornali locali circa l'intenzione del sindaco e del presidente di autorità di sistema portuale di realizzare sulle alture di Pegli un autoparco per tir diretti ai varchi portuali di Sampierdarena e Pra' in caso di congestionamento del traffico. I proponenti chiedono se veramente sarà realizzata e sottolineano come il ponente cittadino e Multedo siano sempre gravati da servitù impattanti e invasive.

Per la giunta ha risposto l'assessore Francesco Maresca. "Genova ha molti problemi ai varchi portuali, dove il traffico si congestiona - ha detto Maresca -. La nostra idea è risolvere questo problema, creando un autoparco e quella zona è, al momento, solo un'ipotesi. L'autoparco è una delle priorità dell'amministrazione proprio perché si possano fare più attività ai varchi portuali, cosa ora impossibile, e, nel contempo, liberare la città dal traffico".

"È scandaloso - commentano i consiglieri di Italia Viva - che la Giunta comunale stia progettando un autoporto per i tir e gli autoarticolati a Multedo, nell'area ex Fondega Sud, e che cioè si pensi di fare pesare l'ennesima servitù sul Ponente genovese. Fra l'altro proprio a danno dei cittadini di Multedo che ancora sono in attesa dell'esito della discussione pubblica sull'auspicato e da lungo tempo richiesto spostamento dei depositi chimici Carmagnani e Superba, che sorgono a soli cinque chilometri dalle case".

A fronte delle dichiarazioni dell'assessore Maresca, il consigliere Avvenente, pur comprendendo la necessità di un polmone per decongestionare quando necessario i varchi portuali, ha dichiarato che se ancora una volta il Ponente diventerà sede di una pesante servitù, questa volta i cittadini non staranno a guardare e manifesteranno la loro protesta in tutti i modi possibili.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Autoparco per decongestionare il porto, fra le ipotesi anche Multedo

GenovaToday è in caricamento