Cronaca

Tentano di imbarcarsi con furgoni pieni di parti di auto rubate: sequestro in porto

Fermati i conducenti dei mezzi, diretti in Marocco: secondo le indagini fanno parte di un’ampia rete specializzata in furto e ricettazione internazionale di autoveicoli

Tre furgoni riempiti di motori e altre parti di auto di lusso, tra cui Audi, Mercedes e Bmw, pronti per partire alla volta del Marocco.

Li hanno fermati in porto a Genova i militari della Guardia costiera, impegnati nei controlli intensificati di questo periodo natalizio. Le verifiche hanno portato alla luce diverse tonnellate di parti meccaniche, tutte prive di documentazione che ne attestasse la provenienza. I furgoni sono stati fermati e il materiale, classificato come rifiuto speciale e pericolose, era stato sequestrato.

I militari, insieme con il personale dell’Agenzia delle Dogane di Ponte Doria e sotto la direzione della Procura di Genova, avevano verificato con autodemolitori di Piemonte e Lombardia la tipologia delle parti caricate sul furgone, accertando che facevano parte di auto rubate in autosaloni della provincia di Milano.

Le indagini hanno quindi dimostrato che i conducenti dei mezzi, già denunciati per traffico di rifiuti, facevano parte di un’organizzazione specializzata nel furto e nella ricettazione internazionale di auto e parti meccaniche, che venivano principalmente destinate all’estero dopo la falsificazione di documenti e altri segni identificativi. Le indagini procedono per rintracciare gli altri membri dell’organizzazione, e ricostruire scali e traffici.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tentano di imbarcarsi con furgoni pieni di parti di auto rubate: sequestro in porto

GenovaToday è in caricamento