menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Atp, la pazienza è finita: autisti portano l'azienda in tribunale

Oltre duecento dipendenti di Atp (circa il 50%) hanno deciso di fare causa all'azienda di trasporti per recuperare quel 20% di stipendio tagliato da un mese

Sono giornate molto movimentati per Genova e i suoi lavoratori. Giovedì sciopero contro la legge di stabilità, venerdì corteo degli studenti. Ma a tenere banco è ancora una volta la critica situazione dei lavoratori di Amt e Atp, le due aziende di trasporti.

Ed è da un lato clamorosa la decisione presa dagli autisti Atp nel corso dell'ultima assemblea auto convocata senza la partecipazione ufficiale dei sindacati di categoria. 230 autisti, su un totale di 496, avrebbero infatti accettato la proposta di Manuela delle Piane e Maria Grazia Gammarota, membri dello stesso studio legale specializzato in diritto del lavoro, di portare in Tribunale l'azienda per «l'abolizione dell'integrativo».

Una decisione che ha spiazzato alcuni rappresentanti sindacali che temono, citando l'azienda, un'accelerazione del fallimento di Atp. Ovviamente non è concorde il presidente di Atp, Enzo Sivori, secondo il quale il taglio dell'integrativo non avrebbe dovuto essere contrattato, ma «la legge ci dà la possibilità di farlo e abbiamo agito».

Secondo le avvocatesse citare l'azienda non porterebbe l'Atp al fallimento, anzi, se non altro, restituirebbe ai lavoratori ciò che gli è stato tolto in termini di denaro, anche in vista di una possibile acquisizione di terzi.
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Caligo: Genova si sveglia (ancora) nella nebbia, le foto più belle

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

GenovaToday è in caricamento