Telecamere sui bus e per i controllori, Atp punta sulla sicurezza

Oltre alle telecamere sulle corriere, due squadre di controllori, che operano quotidianamente sui mezzi Atp per verificare i permessi di viaggio, saranno dotate di body cam

Una coppia di borseggiatori colti in flagrante grazie alle telecamere di video sorveglianza installate su un mezzo di Atp. È solo l'ultimo caso che conferma l'importanza dei nuovi sistemi di controllo a bordo dei mezzi pubblici. «Su tutti i 42 mezzi che abbiamo acquistato in queste ultime settimane - spiega Andrea Geminiani, direttore amministrativo di Atp Esercizio - e che sono o già in circolazione o sul punto di essere omologati, abbiamo deciso di creare un sistema di controllo efficiente con un minimo di 5 telecamere di video sorveglianza per mezzo voglio ricordare che montare a bordo gli apparecchi non è un obbligo, ma una precisa scelta aziendale. Credo che a questo modo sarà maggiore il senso di sicurezza per i nostri passeggeri. Si potranno prevenire i crimini contro il patrimonio o risalire agli eventuali autori di borseggi, furti o danneggiamenti allo stesso mezzo. In poche parole si viaggerà più sicuri».

I bus dotati di telecamere sono già in funzione sia nelle vallate del genovesato, sia nel Tigullio, in Fontanabuona e nel golfo Paradiso. Se la presenza degli occhi elettronici in maniera così diffusa rappresenta un passo importante verso la richiesta di sicurezza, non è l'unica novità: due squadre di controllori, che operano quotidianamente sui mezzi Atp per verificare i permessi di viaggio, saranno dotate di body cam, ovvero le telecamere che si indossano e che possono facilmente essere nascoste.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Si tratta di telecamere portatili poste sulla pettorina della divisa, volte a riprendere quanto accade durante l'attività di controllo, come spiega Claudio Garbarino, consigliere delegato ai Trasporti della Città Metropolitana: «Abbiamo preso spunto da quanto attuato a Genova dall'assessore alla sicurezza Stefano Garassino, che ha dotato alcuni agenti di polizia locale, e deciso di tutelare sia i nostri autisti sia i nostri clienti offrendo questo ulteriore supporto tecnologico. Con le body cam sarà anche più facile arrivare all'identificazione di chi commette reati o semplicemente dà le proprie generalità sbagliate in caso di infrazione».

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Genova usa la nostra Partner App gratuita !

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Basilico in esubero per chiusura ristoranti, le aziende agricole organizzano la consegna a domicilio

  • Coronavirus: la curva rallenta, ma i contagiati sono oltre 2.000 e i morti 254

  • Coronavirus, i numeri tornano a crescere in Liguria: 2.226 i positivi, 26 nuovi decessi

  • Coronavirus: lieve calo dei nuovi casi dopo tre giornate nere, i morti sono 231

  • Coronavirus, la foto della speranza: intubata per 7 giorni, 27enne migliora e si risveglia

  • Genova, tutte le attività commerciali che sono aperte e che fanno consegna a domicilio

Torna su
GenovaToday è in caricamento