rotate-mobile
Giovedì, 9 Dicembre 2021
Cronaca

Asef: "Oltre 760 genovesi hanno già organizzato in vita il proprio funerale"

Sono più di 760 i genovesi che, in vita, hanno deciso di organizzare il proprio servizio funebre. Per la precisione, 764 cittadini genovesi hanno aderito al programma di previdenza funeraria di Asef, la società partecipata del Comune di Genova, che ha fornito i dati in vista della Commemorazione dei Defunti. Da quando è stata data questa possibilità, nel 2008, i numeri delle persone che hanno deciso di organizzare in anticipo il proprio funerale sono andati crescendo inducendo l'azienda a rendere i meccanismi contrattuali più agili (oggi è possibile stipulare questo contratto direttamente con l’azienda, senza l’intermediazione di una società assicurativa, come avveniva in passato).

Il servizio funebre può essere determinato in ogni dettaglio – tipo di feretro, rito religioso o laico, trasporto, addobbi floreali, tumulazione o inumazione del feretro, cremazione, affido, dispersione o tumulazione delle ceneri – saldato, anche a rate e a tasso zero, alla tariffa di oggi, senza successivi aggravi. "Siamo convinti di offrire ai genovesi un prodotto che loro stessi chiedono – spiega Franco Rossetti, dirigente amministrativo e gestionale di Asef – Lo abbiamo messo a punto raccogliendo le numerose richieste avanzate dai cittadini nelle nostre agenzie sul territorio. La pandemia ha rafforzato questa tendenza ad organizzare tutto prima".

Ma chi è interessato a questo genere di contratto? E perché? "Genova è una città abitata da molti anziani, anche soli – aggiunge Rossetti – Giunti ad una certa età, vogliono mettere a posto le cose. Ma non solo: tra le persone che hanno stipulato questo contratto ci sono anche under 60 che hanno voluto programmare anche questo aspetto della loro vita. Invece, tra le persone un po’ più avanti con l’età, molti sono coniugi che in coppia firmano il contratto per garantirsi a vicenda e non lasciare incombenze ai figli".

A Genova in media ci sono circa diecimila trasporti funebri all’anno, operati da tutte le aziende di onoranze funebri. A causa della pandemia, negli ultimi dodici mesi il dato si è lievemente alzato. Dal primo ottobre 2020 al 30 settembre 2021 i trasporti funebri sono stati 10546 (a titolo comparativo, si segnala che nei 12 mesi precedenti, tra ottobre 2019 e settembre 2020, i trasporti a Genova furono 10140). Di questi 7128 trasporti funebri sono finiti in cremazione (67,58%), 1970 in tumulazione in loculo o tomba di famiglia (18,68 %), 1448 in inumazione in campo comune (13,73%). Il trend rimane dunque costante, con un’incidenza di cremazioni che sfiora il 70 % del totale.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Asef: "Oltre 760 genovesi hanno già organizzato in vita il proprio funerale"

GenovaToday è in caricamento