menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Artigiano si impicca dopo che Equitalia gli pignora la casa

All'origine del gesto, secondo i carabinieri, ci sarebbe un debito di 30 mila euro con Equitalia, che gli aveva pignorato l'appartamento a Rivarolo. In una lettera le ragioni del suicidio. A scoprire il corpo è stato il figlio

Anche Genova finisce tristemente nell'elenco delle città teatro di tragedie della disperazione. La crisi economica sembra alla base delle ragioni che hanno spinto un artigiano di 64 anni a togliersi la vita a Genova impiccandosi nella sua camera da letto.

All'origine del gesto, hanno ricostruito i carabinieri, ci sarebbe un debito di 30 mila euro con Equitalia, che gli aveva pignorato la casa a Rivarolo. Gli investigatori avrebbero trovato una lunga lettera che spiega le ragioni del gesto. A scoprire il corpo è stato il figlio dell'artigiano.

In giornata Equitalia, on una nota, ha tenuto a precisare alcuni punti. Clicca qui per i dettagli.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

Coronavirus, Bassetti: «È iniziata terza ondata, temo farà male»

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

GenovaToday è in caricamento