menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Scende dall'auto e fugge a un controllo a piedi, fermato spunta una pistola

Gli agenti di una volante hanno deciso di controllare un'autovettura in movimento con a bordo tre persone quando il passeggero seduto sui sedili posteriori ha aperto la portiera ed è fuggito a piedi. L'uomo è stato trovato in possesso di una pistola

Genova - Durante il consueto controllo del territorio, transitando in via di Francia, gli agenti di una volante hanno deciso di controllare un'autovettura in movimento con a bordo tre persone. Mentre il veicolo si stava fermando in prossimità del margine della carreggiata, il passeggero seduto sui sedili posteriori ha improvvisamente aperto la portiera dandosi alla fuga in direzione di via Scarsellini.

 

Immediatamente il capopattuglia, a piedi, si è posto all'inseguimento dell'uomo, mentre l'autista li ha preceduti con la volante bloccando la via di fuga. Il fuggitivo, sentendosi braccato, ha cercato di colpire gli operatori causando una violenta colluttazione, durante la quale uno dei due poliziotti ha riportato traumi alla spalla e alla mano destra.

Il fermato, una volta immobilizzato, è stato controllato e trovato in possesso di una pistola Beretta con matricola abrasa, completa di caricatore inserito e rifornito con 15 colpi, custodita all'interno di un marsupio che lo stesso portava a tracolla.

Gli operatori hanno rinvenuto, altresì, documenti italiani e romeni riportanti dati anagrafici discordanti. Prima dell'accompagnamento in questura, gli operatori hanno effettuato un controllo nelle zone limitrofe alla ricerca dell'autovettura dalla quale era fuggito l'arrestato, rintracciandola in piazza Tre Ponti, regolarmente parcheggiata e con il motore ancora caldo.

A seguito degli accertamenti, l'uomo è risultato essere un cittadino di nazionalità albanese di 27 anni, pluripregudicato, domiciliato a Genova nel quartiere di Sampierdarena. Arrestato per i reati di porto in luogo pubblico d'arma comune da sparo clandestina, resistenza e lesioni a pubblico ufficiale, falsità materiale in atto pubblico e possesso di documento d'identificazione falso.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Caligo, parla l'esperto: «Ecco come mai stavolta il fenomeno è così intenso»

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

GenovaToday è in caricamento