Martedì, 18 Maggio 2021
Cronaca

Dose letale a un 17enne, arrestato pusher 19enne

I carabinieri hanno arrestato in mattinata Steven Jesus Sandoja Avalos, accusato di avere venduto il flacone di metadone che lo scorso 18 marzo costò la vita a un giovane di Cicagna trovato morto nel suo letto

I carabinieri della stazione di Cicagna hanno arrestato nella mattinata di lunedì un 19enne di origini ecuadoriane residente a Gattorna, Steven Jesus Sandoja Avalos, accusato di avere venduto una dose di metadone risultata poi letale a un giovane di 17 anni, ritrovato senza vita nella sua abitazione di Cicagna lo scorso marzo.

I carabinieri sono riusciti a risalire allo spacciatore dopo 9 mesi di indagini in cui hanno passato al setaccio tutti i conoscenti della vittima, giovane promessa della squadra di calcio degli Allievi ’99 della Real Fieschi, il cui corpo senza vita era stato trovato nel letto dalla madre la mattina del 19 marzo. L’ipotesi iniziale era che il 17enne fosse morto in seguito a un malore, ma esami più approfonditi avevano confermato che a ucciderlo era stato una dose letale di metadone.

Stando a quanto ricostruito dai carabinieri, sarebbe stato proprio Sandoja Avalos ad avere ceduto il flacone della sostanza alla vittima, il giorno precedente alla morte. Per il giovane pusher, già ai domiciliari nell’ambito di un’inchiesta relativa a spaccio di metadone ed eroina, sono dunque scattate le manette con l’accusa di cessione di stupefacenti e morte come conseguenza di altro delitto.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dose letale a un 17enne, arrestato pusher 19enne

GenovaToday è in caricamento