menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Ruba uno scooter e tenta di investire i poliziotti, e non era la prima volta

Un genovese di 23 anni è stato arrestato per rapina impropria e lesioni, colto in flagrante mentre cercava di rubare un motorino a Marassi. Il ladro non era nuovo ad episodi del genere

Aveva appena rubato uno scooter e, colto in flagrante, ha ben pensato di cercare di investire i poliziotti che avevano rovinato il suo piano. E' successo nella notte a Marassi, dove un genovese di 23 anni è stato arrestato per rapina impropria e lesioni. E non era nuovo a episodi del genere.

Gli agenti della Sezione “Criminalità Diffusa” della Squadra, nel corso dei predisposti servizi per il contrasto dei reati predatori, avevano notato nel tardo pomeriggio di ieri l'uomo che si aggirava con atteggiamento sospetto, nei pressi di via Canevari, osservando alcuni motocicli parcheggiati, come se fosse alla ricerca di un mezzo da rubare.

Gli operatori venivano insospettiti dal fatto che il ventitreenne, già noto perché tratto in arresto lo scorso 25 marzo per tentato furto aggravato mentre cercava di rubare uno scooter nei pressi di Corte Lambruschini, recuperava un casco da moto modello jet, che con certezza aveva precedentemente occultato dietro alcuni bidoni per la raccolta dei rifiuti. Avendo il fondato motivo di ritenere che il pregiudicato disponesse nelle vicinanze anche di un motociclo di provenienza furtiva, gli operatori di polizia continuavano il pedinamento mantenendosi a breve distanza e notando che il ladro percorreva passo Ferradini ed accedeva all’interno di un parcheggio privato.

L’uomo, dopo essersi seduto su un motociclo, forzava nottolino di accensione con un coltellino e lo metteva in moto dirigendosi verso l’uscita del parcheggio. A tal punto il personale della Squadra Mobile intimava l’alt qualificandosi mentre il ragazzo accelerava con la chiara intenzione di investirli.

Poi, una volta abbandonato il mezzo per cercare di darsi alla fuga a piedi, colpiva ripetutamente i poliziotti che, anche grazie all’ausilio di un passante, riuscivano ad ammanettarlo. Nella colluttazione un dipendente rimaneva ferito con una prognosi sette giorni mentre il ragazzo veniva tratto in arresto per i reati di rapina impropria e lesioni personali. Il ventitreenne sarà processato oggi per direttissima.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

GenovaToday è in caricamento