Estorsione e violenza privata, arrestata militante laziale di Cambiamo

Gina Cetrone, il marito e tre soggetti della famiglia Di Silvio sono stati arrestati perché avrebbero minacciato un imprenditore, che aveva un debito con l'ex consigliera regionale del Lazio. Ma i reati contestati sono anche altri

Una militante laziale di "Cambiamo! con Toti", Gina Cetrone, è stata arrestata insieme ad altre quattro persone dai poliziotti della Squadra Mobile di Latina su disposizione del gip di Roma. Gli arrestati, tutti in carcere, sono accusati, a vario titolo, di estorsione, atti di illecita concorrenza e violenza privata. Tutti reati aggravati dal metodo mafioso.

Oltre a Gina Cetrone, ex consigliere regionale, sono finiti in manette Armando, Gianluca e Samuele Di Silvio e Umberto Pagliaroli. I fatti risalgono alla primavera del 2016.

Al centro dell'attività investigativa un episodio di estorsione ai danni di un imprenditore, che era creditore della ditta della Cetrone e del consorte, ma anche illeciti relativi alle elezioni comunali di Terracina del 2016. 

La carriera politica di Gina Cetrone, 49 anni, nata a Terracina, inizia nel 2009, quando decide di candidarsi come consigliere provinciale nella lista civica di Armando Cusani, ottenendo la delega per la valorizzazione dei prodotti locali e la promozione territoriale. Dal 2010 al 2012 ricopre la carica di consigliera regionale del Lazio per il Pdl, dopo essere entrata nel listino della presidente Polverini. In questi anni ricopre l'incarico di vicepresidente della commissione Pmi, Commercio e Artigianato; vicepresidente della commissione speciale Sicurezza e membro della commissione agricoltura. Nel 2012 partecipa alle elezioni comunali di Sonnino concorrendo come consigliere.

Nel 2013 invece aderisce al partito della Meloni Fratelli d'Italia candidandosi di nuovo al Consiglio regionale del Lazio. Ottiene oltre 4mila voti, ma il risultato non le consente comunque di entrare nell'assise del Lazio. Alle elezioni di Terracina del 2016 decide di candidarsi alla carico di sindaco ma poi ritira la candidatura per appoggiare la corsa a sindaco dell'esponente di FI. L'ultimo atto, come ricorda LatinaToday, quando già il suo nome circola nell'ambito delle inchieste che hanno travolto il clan Di Silvio di Latina, è rappresentato dall'adesione "Cambiamo con Toti", il movimento ufficializzato nei mesi scorsi anche a Latina.

La replica di Toti

Giovanni Toti sui suoi canali social ha bollato la notizia come 'fake news', perché - scrive il governatore - «l'ex consigliera del Lazio arrestata non ha alcun incarico in Cambiamo, non è nemmeno iscritta».

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

«La signora Cetrone, ex consigliera del Lazio arrestata per estorsione - scrive Toti -, non solo non riveste alcun incarico in Cambiamo!, ma la sua iscrizione al nostro movimento non risulta neppure formalizzata! Pertanto chiunque associ Cambiamo! alle vicende giudiziarie in corso ne risponderà in sede legale. Visto che nessun media ha avuto cura di verificare la notizia, prendendo come fonte ufficiale la pagina Facebook della signora Cetrone, pretendiamo le rettifiche immediate per il gigantesco danno di immagine che abbiamo subito».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, possibile "mini lockdown" in tutta Genova: «I contagi crescono ovunque»

  • Covid, tutta Genova diventa zona "ad alta attenzione": firmata la nuova ordinanza

  • Covid, coprifuoco a Genova dalle 21 alle 6: ecco cosa si può (e non si può) fare

  • Auto pirata travolge gruppo di giovani a Quezzi, 4 feriti gravi tra cui una ragazza incinta

  • Incidente a Quezzi, arrestato il pirata della strada

  • Le bucano le gomme perché lesbica, lo sfogo dell'infermiera Camilla

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
GenovaToday è in caricamento