menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Arrestato giovane pusher "a domicilio"

Il ragazzo effettuava continue “puntate” in aree verdi del quartiere di Cornigliano o nei portoni degli edifici

La Polizia di Stato di Genova - nell’ambito di un'attività di contrasto al commercio di droga nel ponente cittadino - ha arrestato in flagranza, per detenzione di stupefacenti a fini di spaccio, un 19enne peruviano pregiudicato.

Era già da qualche tempo che i poliziotti monitoravano una palazzina all’inizio di via Cornigliano, dalla quale il ragazzo usciva e rientrava ripetutamente, durante tutto l’arco della giornata. Fin da subito, sembrava che stesse consegnando droga.

In particolare, ciò che aveva insospettito gli uomini della Squadra Mobile era la la rapidità degli spostamenti del giovane, che effettuava continue “puntate” in aree verdi del quartiere o portoni di edifici, dove sostava solo pochi secondi, per poi fare rientro a casa.

Dopo l’ennesima “consegna a domicilio” è scattata la perquisizione in casa del pusher, che si è rivelato immediatamente restio ad aprire la porta della sua camera da letto, chiusa a chiave, sostenendo di averla affittata ad un connazionale, senza però fornire precisazioni convincenti in merito.

In realtà all’interno della stanza, sapientemente nascoste in diversi luoghi, erano custodite decine di dosi di crack, vari bilancini di precisione e centinaia di euro in banconote di piccolo taglio, frutto dell'attivià di spaccio.

Il 19enne è stato quindi arrestato e, all’esito della convalida, sottoposto alla misura degli arresti domiciliari da parte del G.I.P. del Tribunale di Genova.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Caligo: Genova si sveglia (ancora) nella nebbia, le foto più belle

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

GenovaToday è in caricamento