Rapinatore seriale arrestato, agiva con coltello in mano e casco in testa

La squadra mobile di Genova ha notificato un provvedimento restrittivo a Marco Conti, genovese di 46 anni, pregiudicato, responsabile della rapina consumata ai danni della farmacia Del Righi, in carcere per il colpo alla profumeria di piazza Paolo da Novi

Genova - Nella mattina di oggi, giovedì 4 ottobre 2012, personale della sezione criminalità diffusa della squadra mobile ha notificato un provvedimento restrittivo a Marco Conti, genovese di 46 anni, pregiudicato, responsabile della rapina consumata ai danni della farmacia Del Righi, commessa poco prima dell’orario di chiusura la sera del 4 agosto scorso.

L’uomo, con il volto parzialmente coperto da un casco da motociclista di colore scuro e armato di coltello, ha fatto irruzione all’interno della farmacia dove, minacciato il responsabile alla vendita, ha asportato circa tre mila euro dalle casse, allontanandosi immediatamente dopo, a bordo di uno scooter.

L’accurata analisi dei filmati di video-sorveglianza presenti sia all’interno che all’esterno dell’esercizio commerciale ha permettesso di avviare un’intensa attività investigativa nei confronti di Marco Conti, notato da personale dipendente pochi giorni dopo in città alla guida di uno scooter dalle stesse caratteristiche di quello utilizzato dal rapinatore e con in testa lo stesso casco griffato da un noto marchio commerciale.

Sulla base dei sospetti sull’arrestato, il sospettato veniva costantemente monitorato dagli agenti della mobile che, nella tarda mattinata del 23 agosto 2012, lo hanno arrestato in flagranza subito dopo aver consumato una rapina aggravata in danno della profumeria Jolly in piazza Paolo da Novi 46 rosso a Genova, armato di coltello.

In quella circostanza, Marco Conti è stato trovato non lontano dal luogo della rapina ancora in possesso dell’arma utilizzata per minacciare le commesse della profumeria, dei guanti in lattice, nonché dell’intero bottino appena asportato dalle casse.

Nell’occasione, a riscontro della sua responsabilità circa la rapina in danno della farmacia del Righi, veniva sequestrato il motociclo Yamaha Majestic di colore nero; il motociclo si caratterizzava per la luce di stop non completamente funzionante e per il tubo di scarico di tipo sportivo modificato e di maggiori dimensioni rispetto a quello montato dalla casa costruttrice, risultando esattamente coincidente con lo scooter ripreso dalle telecamere di sorveglianza della stessa farmacia.

All’arrestato, con a carico numerosi pregiudizi di polizia per reati contro il patrimonio, contro la persona e per stupefacenti, è stata notifica l’ordinanza di custodia cautelare in carcere presso la casa circondariale di Genova Marassi dove il medesimo si trovava già detenuto per la rapina in danno della profumeria Jolly, a disposizione della procura della Repubblica.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Polizia locale, concorso per 38 assunzioni a tempo indeterminato

  • Waterfront, avanti con i lavori: l'acqua inizia a fluire nel canale navigabile

  • Coronavirus, Bassetti: «Seconda ondata? Basta allarmismo»

  • Ronaldo e Georgina di nuovo in Liguria: bagno a Portofino e cena a Paraggi

  • Ruba una valigia in un'auto ma passa davanti al proprietario poco dopo

  • Il primo giorno del ponte San Giorgio, tra code e qualche intoppo

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
GenovaToday è in caricamento