menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Marijuana nelle mutande e cocaina nella pancia

Fermato da una volante della polizia in via don Vincenzo Minetti ha ingoiato qualcosa che aveva in bocca. Perquisito è stato trovato in possesso di 18.6 grammi di marijuana nella biancheria intima. La tac fatta in ospedale ha svelato il resto

Ieri sera intorno alle 19, durante il normale servizio di controllo del territorio, la volante del commissariato Prè ha fermato un senegalese di 36 anni in via don Vincenzo Minetti.

Di fronte agli agenti l’uomo, sprovvisto di documenti di identificazione e di permesso di soggiorno, ha deglutito vistosamente ciò che aveva in bocca ed ha tentato di darsi alla fuga.

Non senza difficoltà e dopo aver 'rimediato' qualche calcio, gli agenti sono riusciti a bloccare lo straniero che è stato condotto in ufficio per le procedure di identificazione.

Nel corso della perquisizione personale, a cui il senegalese è stato sottoposto, sono saltate fuori, celate all’interno della biancheria intima, 8 confezioni di cellophane contenenti complessivamente 18,6 grammi di marijuana.

Per questo motivo, presumendo che al momento del fermo l’uomo avesse ingoiato altro stupefacente, è stato condotto presso l’ospedale San Martino ove una tac ha evidenziato la presenza nell’apparato digerente di nove ovuli del diametro di circa cm. 1.5 che, come ammesso dallo straniero, contenevano cocaina.

Il senegalese, arrestato per detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente e per resistenza a pubblico ufficiale, è stato ricoverato in osservazione presso il pronto soccorso.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

GenovaToday è in caricamento