rotate-mobile
Cronaca Arenzano / Via Francia

Violenza sessuale nell'ascensore del centro commerciale

Un 53enne è finito in carcere a Marassi dopo aver palpeggiato una donna in un centro commerciale di Arenzano. L'uomo è stato rintracciato dai carabinieri a bordo di un camper a Cogoleto

Lo scorso fine settimana i carabinieri di Arenzano sono stati impegnati in un'attività che ha portato al fermo di indiziato di delitto di un italiano 53enne per il reato di violenza sessuale. Il provvedimento è conseguenza di una violenza sessuale avvenuta sabato 28 luglio ad Arenzano, nell'ascensore di un centro commerciale della zona, quando una donna, che stava rientrando a casa dopo alcune compere, è stata molestata sessualmente da un uomo, che, approfittando del fatto di essere rimasto solo con la vittima, l'ha abbracciata con forza, palpandole le parti intime e il seno, tentando anche di strapparle la maglietta.

Una volta che le porte dell'ascensore si sono aperte, grazie alla reazione della donna e al conseguente intervento di alcuni passanti, l'aggressore si è dato alla fuga facendo perdere le proprie tracce. Sul posto sono intervenuti i carabinieri del Nucleo Radiomobile della compagnia di Arenzano e i colleghi della locale stazione, che grazie alla descrizione fornita dalla vittima e da alcuni testimoni dopo circa un'ora sono riusciti a rintracciare l'uomo a Cogoleto a bordo del proprio camper.

Si tratta di un 53enne, gravato da un precedente penale specifico, italiano, residente in provincia di Savona ma di fatto senza fissa dimora, per il quale è scattato il fermo di indiziato di delitto per violenza sessuale. Trasferito nel carcere di Marassi, nella mattina del 31 luglio 2018 è comparso davanti al gip del tribunale di Genova, che ha convalidato il fermo e disposto la misura cautelare in carcere.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Violenza sessuale nell'ascensore del centro commerciale

GenovaToday è in caricamento