menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Arenzano, carabinieri si fingono pendolari e arrestano uno spacciatore sul treno

Dopo le segnalazioni dei genitori sulla diffusione di droghe leggere sui treni utilizzati ogni giorno dagli studenti

Nell’ ambito del servizio coordinato disposto dal Comando Provinciale, i carabinieri del Nucleo Operativo della Compagnia di Arenzano hanno arrestato uno studente 21enne di origine marocchine.

Dopo la serie di arresti messi a segno dai carabinieri lo scorso 24 novembre sempre ad Arenzano (a finire nei guai erano stati 5 minorenni), molti genitori preoccupati hanno fatto pervenire segnalazioni ai carabinieri per denunciare la diffusione di droghe leggere sui treni utilizzati ogni giorno dagli studenti dell’estremo ponente genovese per raggiungere gli istituti scolastici della provincia di Savona.

Per questo i militari, confondendosi tra i passeggeri, hanno passato al setaccio un treno regionale che da Genova porta a Savona, particolarmente utilizzato dai ragazzi, impiegando anche un’unità cinofila antidroga.

Nella rete tesa dai militari è caduto un giovane studente di un istituto scolastico di Savona, un 21enne di origine marocchine residente ad Albissola, che è stato notato avvicinarsi con fare sospetto ad altri giovani. I carabinieri sono intervenuti e lo hanno bloccato rinvenendo nella tasca del giubbotto e dei pantaloni 30 grammi di hashish, suddivisa in ovuli pronti per la vendita. Per il giovane è scattato l’arresto.

Sempre nella medesima attività una 16enne di Genova è stata segnalata alla Prefettura perché trovata in possesso di uno spinello di marijuana.

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Genova usa la nostra Partner App gratuita !

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

GenovaToday è in caricamento