rotate-mobile
Cronaca Arenzano

Arenzano, il comune dice 'sì' all'attività fisica delle scuole nel parco (anche per i giochi con la palla)

La comunicazione del sindaco Luigi Gambino

L'amministrazone di Arenzano, su richiesta espressa della preside dell'istituto comprensivo, ha rilasciato un'autorizzazione per l'utilizzo della zona del parco comunale per l'esercizio dell'attività fisica degli alunni delle scuole medie (anche per giochi con la palla). Tutto questo nonostante il regolamento del parco vieti agli avventori di giocare a pallone nei prati. 

In un lungo post su Facebook il sindaco Luigi Gambino ha spiegato come in paese abbiano iniziato a circolare voci di ogni tipo soprattutto per quanto riguarda un tema: "Il motivo della discussione ha riguardato la pratica dei giochi con la palla, che nel parco sono vietati. E in un lampo le chat WhatsApp sono state invase da voci di ogni tipo, da 'l'amministrazione non vuole che i bambini vadano nel parco' a 'ma come, i turisti nel weekend possono fare quello che vogliono e i nostri bambini no?'".

Dopo questa premessa, il sindaco continua: "Mi sembra doveroso fare il punto della situazione ed esprimere il mio pensiero. A tutela del parco sono previste alcune regole, che tutti dovrebbero rispettare; il fatto che alcuni o molti non le seguano non comporta automaticamente che tutti siano autorizzati a fare quello che vogliono, né che chi ottempera ai divieti è un fesso; l'insegnamento che chi fa quello che vuole, basta che non si faccia 'beccare', è più furbo di chi rispetta le regole è anzi molto pericoloso e non deve certo provenire dalla scuola; tanto premesso, il divieto di gioco con la palla nel parco comunale non è certo sancito dalla Costituzione (peraltro da tempo anche lei tristemente non più intoccabile), e in passato ha anzi subito numerose deroghe in presenza di particolari e giustificate esigenze (es. tornei di volley);  che i bambini delle scuole vengano portati nel parco per lo svolgimento di attività fisica non solo è bellissimo, ma è una delle ragioni più importanti per le quali è opportuno mantenere il nostro parco pubblico; sotto il controllo di un professore, i vantaggi per i bambini del gioco all'aperto nel parco superano ampiamente gli eventuali danni al manto erboso a maggior ragione più in un periodo per l’emergenza Covid hanno avuto meno spazi; pertanto, su richiesta espressa della Preside, l'amministrazione ha immediatamente rilasciato apposita autorizzazione all'utilizzo di zona del parco comunale per l'esercizio dell'attività fisica degli alunni delle scuole medie, anche per giochi con la palla. In questo modo avremo la risposta alle esigenze dei bambini e nel rispetto delle regole".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Arenzano, il comune dice 'sì' all'attività fisica delle scuole nel parco (anche per i giochi con la palla)

GenovaToday è in caricamento