Nuovo arcivescovo, fervono i preparativi per la cerimonia di ordinazione

I posti disponibili in piazza della Vittoria saranno mille. L'ordinazione episcopale è prevista a partire dalle ore 18 di sabato 11 luglio

Sabato 11 luglio alle ore 18 in piazza della Vittoria si svolgerà la celebrazione eucaristica con l'ordinazione episcopale e l'ingresso in Diocesi di monsignore Marco Tasca, nuovo arcivescovo di Genova. Verrà consacrato vescovo per l'imposizione delle mani del cardinale Angelo Bagnasco.

Secondo una veneranda tradizione, per indicare che l'eletto viene associato al collegio apostolico, al vescovo ordinante principale (Angelo Bagnasco) sono associati altri due vescovi coconsacranti (Gianfranco Agostino Gardin, vescovo emerito di Treviso e Gianfranco Girotti, reggente emerito della Penitenzieria Apostolica).

Non sarà possibile accedere all’area della Celebrazione se non muniti di pass. È necessario indossare la mascherina. Nel rispetto della normativa vigente, i posti disponibili saranno mille per vescovi, sacerdoti, diaconi, seminaristi, cantoria, autorità, ospiti accompagnatori dell’ordinando, ministri delle altre confessioni cristiane, rappresentanti delle altre Religioni, fedeli e stampa accreditata.

Marco Tasca ha scelto lo stemma episcopale: un pane spezzato e il libro delle Sacre scritture aperto, sintesi del messaggio francescano, su sfondi rosso e oro, simboli dell'amore e della fede. Due braccia incrociate, davanti a una semplice croce di legno, con le stimmate sulle mani. E il motto: "Ostende nobis patrem", ossia "Mostraci il padre", tratto dal vangelo di Giovanni, capitolo 14, versetto 8, e già richiamato nel primo messaggio alla citta', nel giorno dell'annuncio del suo arrivo.

Il palco in piazza della Vittoria

Il palco della celebrazione è adibito secondo le norme liturgiche previste; il Crocifisso dell’altare proviene dalla Confraternita delle Fucine; il Pagliotto d’argento con i quattro evangelisti proviene dal Museo della Cattedrale; la Statua della Vergine, della scuola del Maragliano, proviene dalla Chiesa di San Donato; la Sede Vescovile lignea, già utilizzata per la Messa della visita di Papa Francesco a Genova, proviene della Basilica dell’Immacolata, cosiccome l’Ambone ligneo.

Animerà la S. Messa il Coro della Cappella Musicale della Cattedrale, diretto dal Maestro Damiano Profumo; all’organo i maestri Fabrizio Fancello e Luca Ferrari. La celebrazione liturgica è guidata da Mons. Gianluigi Ganabano, direttore dell’Ufficio Liturgico diocesano.

Diretta tv e streaming

Grazie alla regia dell’Ufficio Comunicazioni Sociali diocesano, la S. Messa sarà trasmessa in diretta tv sulle emittenti locali e per la rete nazionale su TelePace Verona (Verona canali 14 e 187; Veneto e Lombardia canale187); inoltre su TelePace 3 canale 515 in HD); verrà inoltre trasmessa in streaming sui siti diocesani chiesadigenova.it e ilcittadino.ge.it e sul canale YouTube de ‘Il Cittadino’.

Domenica 12 luglio visita in cattedrale

Domenica 12 luglio alle ore 17 Mons. Marco Tasca sarà accolto in Cattedrale dal Capitolo Metropolitano; sosterà in preghiera davanti al SS. Sacramento, dinnanzi alle Ceneri di San Giovanni Battista e alla Statua della Madonna, Regina di Genova.

I posti a disposizione per i fedeli (muniti di Pass) saranno 200. La cerimonia verrà trasmessa in diretta streaming sui siti diocesani chiesadigenova.it e ilcittadino.ge.it e sul canale YouTube de ‘Il Cittadino’.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ruba smartphone a mamma con neonato sul bus, poi la prende a pugni

  • Coronavirus, da domenica la Liguria torna in zona gialla

  • A 116 km orari in corso Europa: patente ritirata e maxi multa

  • Il proverbio di Santa Bibiana, che "prevede" il meteo

  • È arrivata la neve: le foto

  • Perdono entrambi i genitori nel giro di un anno: mobilitazione per aiutare due fratelli di Quezzi

Torna su
GenovaToday è in caricamento