rotate-mobile
Domenica, 26 Giugno 2022
Cronaca

Coronata: arbitro donna aggredito durante partita amatoriale

Brutta avventura per Rosa Grotta, 23 anni, arbitro. durante la partita del torneo Genova Cup fra Pizzeria Sosta Obbligata di Pegli e Magic Games Party disputata a Coronata, la ragazza è stata oggetto di insulti, minacce e un tentativo di aggressione

Genova - Brutta avventura per Rosa Grotta, 23 anni, arbitro della Aiacam (Associazione Italiana Arbitri di Calcio Amatoriale). Lunedì 20 maggio 2013, durante la partita del torneo Genova Cup fra Pizzeria Sosta Obbligata di Pegli e Magic Games Party (calcio a 7) disputata a Coronata, la ragazza è stata oggetto di insulti, minacce e un tentativo di aggressione.

La porta del suo spogliatoio è stata presa a calci e scardinata prima dell'intervento della polizia e della fuga degli aggressori.

La ragazza è stata aggredita verbalmente dopo una decisione non gradita, poi accerchiata da diversi componenti della squadra Pizzeria Sosta Obbligata di Pegli. Contro di lei anche un pugno che è riuscita a 'parare'. L'aggressione, davanti a numerosi testimoni, è avvenuta quando l'arbitro ha deciso di sospendere la partita perché il clima in campo era surriscaldato.

Il presidente della Pizzeria Sosta Obbligata Andrea Arena è stato denunciato per minacce, offese, aggressione e danneggiamento. La squadra Pizzeria Sosta Obbligata di Pegli è stata esclusa dal torneo e i calciatori squalificati.

Il nome della squadra Pizzeria Sosta Obbligata e dei responsabili di tali fatti saranno trasmessi al Csen (Centro Sportivo Educativo Nazionale) e al Coni, affinché venga presa in esame la radiazione da tutte le manifestazioni sportive di ogni Ente e Organizzazione sportiva.

La squadra della Pizzeria Sosta Obbligata, nella persona del proprio responsabile Andrea Arena, sarà chiamata a rispondere dei danni provocati e dei gravi atteggiamenti.

Nel corso della stagione, la squadra Sosta Obbligata aveva già dato vita ad altri atteggiamenti aggressivi. Andrea Arena aveva già subito pesanti squalifiche, sempre per ingiurie agli arbitri e atteggiamenti violenti.

La scorsa stagione aveva offeso un altro arbitro donna, Daniela De Palo, subendo una squalifica per 4 giornate.

Questa volta i suoi atteggiamenti non si sono limitati all'aspetto relativo alla disciplina sportiva. In questo caso gli atteggiamenti contestati vanno direttamente sul penale.

Le forze di polizia hanno acquisito tutti i dati necessari, i nomi dei giocatori della squadra Pizzeria Sosta Obbligata, i loro documenti e tutte le testimonianze dei presenti.

L'episodio fa seguito a un'altra situazione analoga verificatasi domenica 19 maggio 2013 in San Siro-Galata, partita di terza categoria, dove l'arbitro ha invece reagito con le mani alle provocazioni dei giocatori.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coronata: arbitro donna aggredito durante partita amatoriale

GenovaToday è in caricamento