Cronaca

Appalti Iren, lavoratori ancora in protesta: domani corteo contro Tursi

Ottavo giorno consecutivo di mobilitazione per i 19 dipendenti Coget a rischio licenziamento, che domani scenderanno in piazza insieme con i sindacati per una nuova manifestazione

Ottavo giorno di mobilitazione da parte dei lavoratori Coget, l’azienda in appalto Iren che nei giorni scorsi hanno dato vita a una serie di manifestazioni di protesta per il mancato rinnovo del contratto di manutenzione, in scadenza il 15 dicembre.

Questa mattina i 19 dipendenti a rischio licenziamento si sono dati appuntamento davanti alla sede di Iren, in via Santi Giacomo e Filippo, per poi spostarsi al Ducale: «Basta gare al ribasso», è la denuncia dei lavoratori, che domani mattina scenderanno di nuovo in piazza per un corteo unitario organizzato davanti alla Prefettura da Cgil, Cisl e Uil.

«La vicenda dei lavoratori degli appalti Iren è solo l’ultima di una lunga serie che ha visto sindaco e giunta incapaci di comprendere la gravità di un problema e trovare soluzioni, e purtroppo l’unica modalità per farsi ascoltare è diventata l’azione di disturbo del consiglio Comunale - fanno sapere i sindacati in una nota - Sulla disciplina degli appalti abbiamo firmato un’intesa il 12 ottobre che aveva al primo punto “l’individuazione di strumenti utili alla salvaguardia dei livelli occupazionali” e impegni successivi con le imprese appaltatrici, intesa prontamente disconosciuta nei fatti alla prima occasione con la dichiarazione di 19 licenziamenti»,

«Non possono essere sempre i lavoratori, quelli più deboli e meno tutelati come in questo caso, a pagare con la perdita del loro posto le incapacità e l’inaffidabilità delle amministrazioni», concludono le associazioni di categoria, che hanno dato appuntamento ai lavoratori per domani alle 14 in largo Lanfranco, da cui prenderà il via un corto diretto verso Tursi.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Appalti Iren, lavoratori ancora in protesta: domani corteo contro Tursi

GenovaToday è in caricamento