rotate-mobile
Cronaca Begato

"Preparaci 400 euro in contanti", disabile minacciato e rapinato dai vicini di casa

I poliziotti del commissariato di Cornigliano hanno arrestato due giovani di 20 e 21 anni con l'accusa di rapina ai danni di un 63enne residente in via Cechov a Begato

Rapinato dai suoi vicini di casa che si sono finti poliziotti.

Così un 63enne disabile alle 5 del mattino si è ritrovato in casa, in via Cechov a Begato, due ventenni italiani che gli hanno portato via le sue cose, tre casse stereo, alcolici e poi una copia delle chiavi della porta blindata. 

La loro intenzione era quella di tornare, tant'è vero che lo hanno minacciato dicendogli di preparare 400 euro in contanti per il pomeriggio. Per fortuna, però, l'uomo non si è lasciato intimorire e ha chiamato il 112. Sul posto è arrivata una pattuglia della polizia del commissariato di Cornigliano. 

Gli agenti hanno trovato i rapinatori ancora nell'atrio del palazzo con gli oggetti appena rubati e li hanno arrestati. Già la sera prima i due avevano provato ad armeggiare davanti alla porta del 63enne che aveva chiamato le forze dell'ordine ma all'arrivo delle volanti non era stato in grado di riconoscere i suoi vicini di casa rapinatori.

Questa mattina il sostituto procuratore Francesca Rombolà ha chiesto la convalida del loro arresto al gip.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Preparaci 400 euro in contanti", disabile minacciato e rapinato dai vicini di casa

GenovaToday è in caricamento