menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

«È la legge Salvini» e le truffatrici si fanno consegnare soldi e gioielli

La Squadra Mobile di Torino e quella di Genova hanno incastrato una nota ladra e i suoi complici. Il trio raggirava gli anziani nel Nord Ovest

Si sono finte direttrici di banca e citando una fantomatica legge Salvini hanno truffato una ventina di persona anziane nel Nord Ovest. La fuga di Irma Cena dalla legalità su ferma a Genova dove la Mobile in squadra con gli agenti di Torini ha arrestato la ladra e i suoi complici. 

La vittima genovese è stata una 85enne. La signora è stata avvicinata dalle due ladre che si sono finte dipendenti di una banca, l'anziana donna ha consegnato loro il bancomat  con pin associato e i gioeielli. 

I tre soggetti sono stati arrestati in flagranza di reato di furto pluriaggravato in abitazione e utilizzo indebito di carta abilitata al prelievo di denaro, in concorso
tra loro. Gli indagati, tutti e tre di etnia sinti e residenti in Torino e provincia sono pluripregiudicati.

Oltre al bancomat ed alla somma fraudolentemente prelevata, la polizia ha sequestrato altro denaro contante (2850 euro, probabilmente rubati ad altri anziani), telefoni cellulari, guanti, abbigliamento ed altro materiale utile alle indagini in corso su altri episodi analoghi commessi in Torino ed in altre città del Nord Ovest.
Il trio viaggiava su un'Alfa Romeo Giulietta che è stata sequestrata così come il Porsche Macan rinvenuto all’interno dell’area nomadi di c.so Ferrara 44 di Torino. Dall'abitazione di Irma inoltre sono stati sequestrati 4900 €.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Caos autostrade: code anche in serata

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Costume e società

    TikTok sbarca in Liguria con la campagna #tiraccontolitalia

  • Costume e società

    Genova, quando i bambini andavano al mare con le "braghe redoggiae"

Torna su

Canali

GenovaToday è in caricamento