Ansaldo: nuovo sciopero con manifestazione per dire no alla vendita

Le segreterie di Fim, Fiom e Uilm hanno proclamato uno sciopero con manifestazione lunedì 30 settembre a partire dalle 9 dai cancelli di Ansaldo Energia e Sts contro la volontà di Finmeccanica di vendere l'azienda

Le segreterie di Fim, Fiom e Uilm hanno proclamato uno sciopero con manifestazione lunedì 30 settembre a partire dalle 9 dai cancelli di Ansaldo Energia e Sts. Seguirà presidio davanti alla prefettura fino a una convocazione da parte del governo. Le ragioni della protesta in una nota.

L’incontro del 23 settembre tra le segreterie nazionali di Fim, Fiom, Uilm con i vertici del Gruppo Finmeccanica per approfondire le questioni industriali relative alla prospettiva delle Società Ansaldo Energia, Ansaldo STS e Ansaldo Breda ha confermato la volontà del Gruppo di vendere le stesse.

NOI NON CI STIAMO! Se di partner industriali hanno bisogno queste società, si presenti un vero piano industriale e ci si confronti con trasparenza ai tavoli competenti; per FIM, FIOM e UILM ci devono essere le caratteristiche di una governance italiana aperta a partnership industriali.

SI CONTINUA A SEGUIRE UNA STRATEGIA CHE TUTTO È TRANNE CHE UN PIANO INDUSTRIALE! Queste operazioni indeboliscono le capacità industriali di Finmeccanica, del Paese Italia e soprattutto della città di Genova.

La politica locale e l’intera città sono chiamate a mobilitarsi, insieme ai lavoratori, per non disperdere questi importanti e gloriosi patrimoni industriali.

È ormai necessario che il governo si pronunci ufficialmente (come azionista di Finmeccanica) sulle prospettive di queste Società: lo stesso non può essere né neutrale, né spettatore passivo bensì dare un indirizzo di politica industriale che salvaguardi queste specificità italiane in settori così strategici.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

FIM, FIOM e UILM di Genova chiedono pertanto un incontro urgentissimo con il governo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Bassetti: «In ospedale al primo sintomo influenzale per la paura che è stata trasmessa»

  • Covid, nuove regole in Liguria: alle superiori lezioni a casa a rotazione, "coprifuoco" in 4 zone di Genova

  • Covid, il coprifuoco per frenare il contagio: cosa succede nelle zone rosse. Ospedali in affanno

  • Dialetto curioso: "massacan", da dove deriva questa parola antichissima?

  • Non rispettano tempi di riposo, pioggia di multe per autisti di mezzi pesanti

  • Il postino di "C'è posta per te" arriva a Torriglia

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
GenovaToday è in caricamento