rotate-mobile
Cronaca

Ansaldo Energia, sciopero a oltranza per il taglio del premio produzione

I dipendenti incroceranno le braccia per un'ora ogni mattina per protestare contro una proposta che la Fiom Cgil ha definito «inaccettabile»

Lavoratori Ansaldo Energia sul piede di guerra per il taglio del premio di produzione stabilito nel nuovo contratto integrativo: la Fiom Cgil ha indetto uno sciopero a oltranza della durata di un’ora, che vedrà i dipendenti di ciascun reparto darsi appuntamento alle 8 davanti alle portinerie a partire da domani mattina.

«L’azienda ci ha presentato una proposta inaccettabile», ha spiegato il segretario della Fiom genovese, Bruno Manganaro, sottolineando come Ansaldo Energia abbia proposto di tagliare di 1000 euro il premio produzione redendo anche più difficile ottenerlo: tra i requisiti richiesti ci sarebbe infatti anche la presenza in azienda, che escluderebbe dunque i permessi per l’allattamento e per l’assistenza ai parenti disabili.

Da qui la decisione di scioperare a oltranza, per chiedere all’azienda la riapertura del tavolo di trattativa alla luce delle relazioni sindacali definite “sempre positive”, e radicalmente cambiate dopo l’ingresso nel gruppo Ansaldo della Shanghai Electric.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ansaldo Energia, sciopero a oltranza per il taglio del premio produzione

GenovaToday è in caricamento