menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Ansaldo Energia, sciopero e corteo contro i tagli agli stipendi

I dipendenti dell'azienda metalmeccanica genovese incrociano le braccia per protestare per il mancato rinnovo del premio di produzione: «Comportamento inaccettabile»

I lavoratori di Ansaldo Energia incrociano le braccia oggi per protestare contro i tagli al premio di produzione e al suo mancato rinnovo: i dipendenti dell’azienda hanno dato vita a uno sciopero e a un corteo interno, che domani potrebbe arrivare in strada.

«Dopo le mobilitazioni per impedire scelte sbagliate da parte dell’ex proprietario Finmeccanica e dopo la cessione del 40% ai cinesi di Shanghai Electric, Ansaldo Energia ha presentato una situazione positiva e di possibile sviluppo, ma al momento del confronto sul premio di risultato aziendale ha mostrato la sua faccia cattiva annunciando tagli sul salario aziendale di 1000 euro e la messa in discussione di diritti come la malattia, l’infortunio, la maternità, l’assistenza ai familiari non autosufficienti (legge 104) e il diritto allo studio, che se utilizzati serviranno a tagliare ulteriormente il salario aziendale», fa sapere la Fiom Cgil in una nota, sottolineando di ritenere «inaccettabile questo comportamento da parte della più grande azienda metalmeccanica genovese».

Questa mattina in lavoratori si sono riuniti in un’assemblea generale e hanno proclamato lo sciopero chiedendo un incontro con la direzione, mentre per domani è previsto un corteo di protesta.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Costume e società

    Il poeta Guido Gozzano e quelle mangiate alla "Marinetta" di Genova

  • Costume e società

    Cosa vuol dire "stanco"? Storia di un "falso amico" genovese

Torna su

Canali

GenovaToday è in caricamento