Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

VIDEO | Traffico di animali in via d'estinzione, il bilancio di un anno di attività dei Nuclei Cites dei Carabinieri

Presentato il calendario 2021 dei militari che si occupano di far rispettare la convenzione che protegge la flora e la fauna a rischio di estinzione: in Liguria quasi 100.000 euro di sanzioni

 

Quasi 100.000 euro di sanzioni, oltre 270 controlli, 44 sequestri e 6 denunce: sono i numeri dell’attività svolta dai nuclei Cites - i carabinieri che si occupano di far rispettare la convenzione che protegge la flora e la fauna a rischio di estinzione - della Liguria.

I carabinieri Forestali della Liguria hanno diffuso il bilancio in occasione della presentazione del calendario Cites 2021, un viaggio lungo 12 mesi alla scoperta degli animali più rari e da tutelare. Si stima, infatti, che il traffico di specie selvatiche in via d’estinzione nel mondo sia di circa 23 miliardi di dollari l’anno, e che insieme a quello del legname tropicale (100 miliardi dollari) sia tra i più fiorenti commerci criminali dopo droga, armi ed esseri umani, unitamente a quelli delle opere d’arte e dei beni storico-archeologici.

Nelle quattro province della Liguria operano i relativi Nuclei Citese, e nell’ultimo anno i militari, impegnati appunto nella tutela delle specie di flora e fauna a rischio di estinzione e nel contrasto al commercio internazionale di legname illegale, hanno concluso diverse operazioni importanti, rilasciando anche 249 certificati e 289 licenze di importazione di legname proveniente da aree a rischio di tagli illegali. 

Il Nucleo della Spezia, in particolare, ha chiuso le indagini sull’uccisione di un Ibis Eremita (Geronticus eremita), specie particolarmente protetta e protagonista nel mese di maggio del calendario CITES 2021. L’animale, provvisto di un gps per la localizzazione, era parte di un progetto europeo per la reintroduzione della specie nell’Europa centro-meridionale.

Sono stati inoltre effettuati diversi controlli doganali per il contrasto del commercio illegale del legno sul porto di Genova, con verifiche documentali e merceologiche su circa 1.550 quintali di legno e prodotti derivati. Nel ponente ligure, il personale specializzato del Nucleo Cites di Imperia ha condotto controlli su aziende floro-vivaistiche di specie protette dalla Convenzione di Washington e curato il recupero e successivo sequestro di alcune specie particolarmente pericolose di tartaruga azzannatrice e alligatore, poi affidate temporaneamente all’Acquario di Genova.

In contemporanea con le attività sul campo, i carabinieri Cites portano avanti anche iniziative di educazione ambientale: il calendario Cites 2021 anticipa quelle che sono state interrotte causa pandemia.

Potrebbe Interessarti

Torna su
GenovaToday è in caricamento