rotate-mobile
Lunedì, 23 Maggio 2022
Cronaca Marassi / Via del Capriolo

Quezzi piange Angela Chiaramonte

La donna, 40enne infermiera presso una casa di riposo, è morta all'interno dell'androne della morte di via Fereggiano. Salvo suo figlio 15enne con lei al momento dell'arrivo della terribile onda

Quezzi piange la sua vittima. Angela Chiaramonte, in Sanfilippo (da qui le discordanze sul cognome circolate nelle ore più concitate), viveva proprio nel quartiere, nei pressi della chiesa del quartiere. Venerdì era andata a prendere il figlio, Domenico, a scuola, al liceo scientifico Cassini. Stavano tornando a casa con la Fiat Punto di famiglia quando sono stati sorpresi in via Fereggiano da una valanga di acqua e fango.


La Chiaramonte e il ragazzo sono riusciti ad abbandonare l'abitacolo. Domenico si è aggrappato alla ringhiera ed è stato salvato da un inquilino, che lo ha tirato via dalla melma con un tronco d'albero. La mamma, invece, è stata risucchiata nel vortice dello scantinato.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Quezzi piange Angela Chiaramonte

GenovaToday è in caricamento