Amt, 12 milioni di deficit per mancati introiti; Campora: «I cittadini ci metteranno anche di più»

«Riguardo i fondi che il governo aveva promesso sono arrivati solo 5 milioni, a fronte di un deficit di 12 milioni di Amt dovuto al mancato introito dei biglietti e degli abbonamenti». A spiegarlo in consiglio comunale è stato l'assessore Campora

Quattro interrogazioni a risposta immediata nella seduta del consiglio comunale di martedì 20 ottobre hanno riguardato il trasporto pubblico locale, dai problemi legati al distanziamento alla possibilità di aumentare i bus in circolazione, evenienza esclusa alla luce del deficit di Amt. Per la giunta ha risposto l'assessore Matteo Campora.

«Ci sarà a breve una commissione che affronterà i problemi del trasporto pubblico locale - ha ricordato Campora -. Ora vorrei precisare che i bus sono pieni per gli orari di ingresso degli studenti, ma non basta programmare l'ingresso a scaglioni di un quarto d'ora: occorre almeno un'ora. Questa è la richiesta di tutte le città, di qualsiasi colore politico e noi torneremo a chiederlo con forza alla direzione scolastica regionale, perché è una richiesta di buon senso».

«Ricordo - prosegue Campora - che in base al Dpcm i bus possono viaggiare pieni all'80%, ciò vuol dire che sui mezzi da 18 metri possono viaggiare 100 persone: difficile distanziarsi, chiaramente. Poi vi sono linee che hanno maggiori difficoltà. Affronteremo con Amt il problema e, ribadisco, che solo cambiando gli orari della città e mi riferisco agli studenti, si potrà alleggerire il peso sul trasporto pubblico locale».

«Riguardo i fondi che il governo aveva promesso - spiega l'assessore - sono arrivati solo 5 milioni, a fronte di un deficit di 12 milioni di Amt dovuto al mancato introito dei biglietti e degli abbonamenti, che servono solo per rimborsare gli abbonamenti. Arriveranno, ma ora dobbiamo fare noi, con le nostre risorse: alla fine l’amministrazione, quindi i cittadini genovesi, ci metteranno anche più di questi 12 milion».

«Un accenno sul progetto dei quattro assi della mobilità - conclude Campora -: va affrontato in commissione ma sottolineo che su questo progetto, approvato dal Mit, sono stati allocati 470 milioni a fondo perduto: un risultato importante per la città. Questo progetto prevede 145 mezzi elettrici e non ci sarà alcun taglio, anzi, anche linee alternative. Analizzeremo tutte le criticità che ci provengono dai cittadini e dai municipi: non bisogna fare alcun tipo di terrorismo, perché gli aspetti critici verranno affrontati e risolti. Il progetto è pubblicato, nella massima trasparenza, sul sito del Comune di Genova».

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Genova usa la nostra Partner App gratuita !

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ruba smartphone a mamma con neonato sul bus, poi la prende a pugni

  • Coronavirus, da domenica la Liguria torna in zona gialla

  • A 116 km orari in corso Europa: patente ritirata e maxi multa

  • Il proverbio di Santa Bibiana, che "prevede" il meteo

  • È arrivata la neve: le foto

  • Perdono entrambi i genitori nel giro di un anno: mobilitazione per aiutare due fratelli di Quezzi

Torna su
GenovaToday è in caricamento