Partecipate Comune, sindacati dichiarano stato di agitazione

Cgil, Cisl e Uil Confederali di Genova chiedono il ritiro della delibera sulle società partecipate del Comune, la cui votazione è già slittata due volte per mancanza del numero legale in consiglio comunale

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di GenovaToday

Cgil, Cisl e Uil Confederali di Genova, dopo un confronto con l’Amministrazione comunale che non ha prodotto risultati condivisi e dopo la decisione della Giunta di portare comunque in votazione il provvedimento sulle linee guida del personale delle società partecipate con il contenuto dalle stesse respinto, chiedono il ritiro della delibera.

 

A sostegno di questa richiesta, così come previsto dalla Legge 146/90 e successive modifiche attivano le procedure e dichiarano lo stato di agitazione nelle Società partecipate del comune di Genova coinvolte dal provvedimento proposto in Consiglio e quindi per tutto il personale di AMT S.p.A., AMIU S.p.A., Aster S.p.A., Themis S.r.l., Genova Parcheggi e Job Center S.r.l.

Torna su
GenovaToday è in caricamento