rotate-mobile
Cronaca Sturla / Via Brigata Salerno

Amianto in caserma a Sturla, storia di bugie e smentite

Denunce e smentite. Un caso che da mesi sta interessando la caserma Ilardi di Sturla per la presenza di amianto al suo interno. Una lettera del Ministero sembra dare ragione al sindacato

Genova - Amianto in una caserma di polizia. Si tratta della questura “Ilardi” di Sturla, con l’allarme lanciato molto tempo fa dal sindacato del Silp Cgil e immediatamente smentito dalla questura stessa.

L’accusa è di quelle pesanti: violazione della normativa sull'amianto. Il Silp dichiarò: «Il questore, in seguito a due esposti del Silp Cgil è stato segnalato presso la Procura della Repubblica per la violazione della normativa sulla smaltimento o mautenzione manufatti contenenti amianto».

La reazione della questura aveva prodotto una smentita in cui dichiarava di: «monitorare la questione della presenza dell’amianto alla caserma di Sturla da almeno dieci anni nell’assoluto rispetto delle normative evidenziando di volta in volta l’insussistenza di rischi per la salute dei lavoratori».

A luglio, sotto richiesta del Silp, l’organo di vigilanza aveva compiuto un sopralluogo alla “Ilardi” confermando di fatto la presenza del materiale, ma anche su questo la Questura aveva dichiarato di aver semplicemente «informato i rappresentanti della Sicurezza».

Ed ecco la lettera del Ministero dell’Interno, che secondo il Silp conferma quanto denunciato dall’organo di vigilanza: «Come si evince dalla lettera, ricevuta dall'organo di vigilanza, si apprende inequivocabilmente che nei confronti del datore di lavoro (questore) sono stati avviati dei procedimenti prescrittivi ai sensi del decreto legislativo nr.758 del 19.12.1994. finalizzati alla messa in sicurezza immediata di alcuni luoghi di lavoro della caserma Ilardi per la tutela della salute dei lavoratori».

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Amianto in caserma a Sturla, storia di bugie e smentite

GenovaToday è in caricamento