La lunga corsa di Francesca e Michal

Dal 24 al 31 dicembre due atleti attraverseranno l'Alta Via dei Monti Liguri. Uno scopo dell’iniziativa è quello di sostenere il progetto sportivo-umanitario “I run for find the cure”

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di GenovaToday

Questa che voglio raccontarvi è una storia semplice. Due atleti, un uomo e una donna. Francesca Costa e Michal Lazzaro Rafinski, i loro nomi.Trentadue anni lei, trentaquattro lui. Un denominatore comune: la passione per la montagna e per il Trail Running, la “corsa nella natura”. Ed anche l’obiettivo di attraversare insieme, correndo, dal 24 al 31 dicembre, l’Alta Via dei Monti Liguri. 442 km 15,600 m di dislivello positivo lungo una concatenazione di sentieri mozzafiato che si snoda attraverso i Parchi della Liguria: Parco naturale Regionale delle Alpi Liguri, Parco del Beigua (oggi patrimonio dell’Unesco), Parco naturale delle Capanne di Marcarolo e Parco regionale dell’Aveto. 

Lo scopo? Quello di unire promozione del territorio e sport. Tradotto: valorizzare un patrimonio naturalistico di bellezza inestimabile che pochi purtroppo conoscono, fissare il primo riferimento temporale per l’intera attraversata ed invogliare altri atleti ad emozionarsi per i luoghi e ad inseguire il tempo. E soprattutto spronarli ad intraprendere questo percorso, inteso in senso lato, come momento di introspezione, di ascolto del proprio "io” e delle proprie emozioni. Perché la corsa non è solo una disciplina sportiva, un mezzo per “vivere” i luoghi e la natura, una lotta contro il cronometro, ma è anche e soprattutto uno strumento per allontanarsi da pensieri e situazioni stressanti della vita quotidiana e riflettere. E’ un“viaggio” che costringe a mettersi in ascolto e alla ricerca. E, come cita un proverbio cinese, “chi torna da un viaggio non è  mai la stessa persona che è  partita” 

Non va dimenticato altro scopo dell’iniziativa è quello di sostenere il progetto sportivo-umanitario “I run for find the cure”. Un progetto che raggruppa atleti di tutti i calibri, età e locazione geografica con l’idea di correre per una motivazione in modo da lasciare una traccia atletica, ma anche e soprattutto umanitaria.

La provincia di Genova sarà interessata dall’evento dal giorno di Natale al 28 dicembre, periodo in cui i due corridori attraverseranno il Passo del Bocco, la Colla di Creto, la località  di Prato rotondo per poi spostarsi in quella di Savona.

Per informazioni consultare la pagina Facebook “Alta Via – Liguria Coast to Coast”

Torna su
GenovaToday è in caricamento