menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Alluvione, Gambelli passa al contrattacco

Lungo interrogatorio, alla fine secretato, per Sandro Gambelli, il funzionario di protezione civile agli arresti domiciliari con l'accusa di aver falsificato un verbale relativo all'alluvione del 4 novembre 2011. Gambelli ha consegnato al pm una chiavetta

Genova - Giuseppe Giacomini, avvocato di Sandro Gambelli, ha dato per scontato l'arrivo di nuovi provvedimenti e nuovi indagati. Ieri, giovedì 18 ottobre 2012, il dirigente di Protezione civile arrestato nell'ambito dell'inchiesta sulle carte truccate per l'alluvione del 4 novembre 2011, è stato sentito per oltre quattro ore dal pm Luca Scorza Azzarà. Al termine dell'interrogatorio, il magistrato ha deciso di secretare il verbale.

Gambelli avrebbe consegnato al pubblico ministero una chiavetta usb con il backup di alcuni documenti relativi all'alluvione, prove sfuggite alle perquisizioni domiciliari. Il contenuto del piccolo hard disk è al momento top secret, ma potrebbe imprimere un'accelerazione alle indagini, come spiega l'avvocato Giacomini.

L'oggetto del contendere è rappresentato dal documento che riporta i dati relativi al Fereggiano attorno alle 12. Secondo il bollettino a quell'ora il corso d'acqua era al di sotto del livello giallo, quindi non ancora nelle condizioni di suscitare pericolo. Ma a quanto risulta dalle indagini, quel verbale venne steso a tavolino senza nessuna base concreta.

Fra gli altri indagati risultano Gianfranco Delponte, Pierpaolo Cha e Roberto Gabutti.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Caligo: Genova si sveglia (ancora) nella nebbia, le foto più belle

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

GenovaToday è in caricamento