Alluvione: oltre 120 mila euro dalla raccolta fondi dei lavoratori

Questa mattina, venerdì 29 giugno 2012, presso il Salone di Rappresentanza di Palazzo Tursi, sede del Comune di Genova, si è svolta la cerimonia di consegna dei fondi per gli alluvionati del 4 novembre 2011. La cifra è pari a 123.966,86 euro

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di GenovaToday

Genova - Questa mattina, venerdì 29 giugno 2012, presso il Salone di Rappresentanza di Palazzo Tursi, sede del Comune di Genova, si è svolta la cerimonia di consegna dei fondi per gli alluvionati del 4 novembre 2011.

A seguito dell’alluvione che ha colpito Genova il 4 novembre 2011, CGIL - CISL – UIL provinciali hanno attivato una raccolta Fondi a favore delle persone colpite dal tragico evento. La cifra realizzata con la sottoscrizione è pari a Euro 123.966, 86. La risposta dei lavoratori e lavoratrici, pensionati e pensionate è stata significativa e generosa a testimonianza dei sentimenti di solidarietà che li contraddistingue nei confronti della collettività in situazioni particolarmente difficili come quelli determinati dagli eventi alluvionali dello scorso novembre.

Le organizzazioni sindacali hanno chiesto al Comune di Genova di conoscere il quadro delle situazioni più bisognose, al fine di poter valutare e scegliere le modalità di erogazione dei Fondi raccolti. Sulla base dell’insieme delle indicazioni pervenute, CGIL CISL UIL hanno deciso di devolvere i Fondi raccolti secondo le seguenti modalità:

- n. 28 assegni di 2.500 € cadauno a favore di altrettanti nuclei familiari che a seguito dell’alluvione hanno dovuto abbandonare la propria abitazione per motivi igienico-sanitari e di sicurezza. Tra questi vi sono nuclei familiari in difficoltà, o perché ancora fuori casa e/o perché in situazione di disagio personale e familiare già prima del 4 novembre, disagio che l’alluvione ha contribuito a peggiorare.

- Un assegno di 10.000 € a favore della Caritas Diocesana di Genova per sostenere il “Progetto edera” che consiste nel dare ospitalità, nella Casa della Divina Bontà, a persone e famiglie che hanno perso la loro dimora per effetto dell’alluvione del 4 novembre u.s.

- Un assegno di 5.000 € a favore dei Volontari del Soccorso che hanno avuto la sede di via della Fenice distrutta dall’alluvione.

- Una somma di 30.000 € a favore dei Municipi (1 Centro est – Media Valbisagno - Medio Levante – Levante) per interventi di ripristino di scuole danneggiate dall’alluvione, per i quali si attiverà la metodologia della Motivazione sociale che ha il fine di favorire l’inserimento/reinserimento sociale di persone svantaggiate impegnandole in piccoli lavori di manutenzione in spazi pubblici. Di seguito l’elenco delle scuole interessate: scuola infanzia Chighizzola, scuola elementare Giustiniani, scuola infanzia Tina Quaglia, scuola Andersen, scuola media Don Milani, scuola elementare Mazzini, scuola elementare Daneo, scuola media Doria Pascoli, scuola Barrili, scuola infanzia Borgopila.

Infine, 9.000€ saranno destinati per promuovere insieme alla Sovrintendenza Scolastica un Concorso rivolto alle classi delle scuole Medie Superiori di Genova. L’idea è quella di far impegnare i giovani studenti sul tema del valore della solidarietà, prendendo ad esempio i ragazzi conosciuti come “Angeli del fango”, che, nei tristi giorni dell’alluvione si sono prodigati con abnegazione e spirito di sacrificio per aiutare tante persone e la città stessa a sollevarsi dal disastro subito. Si potranno così premiare i migliori componimenti con assegni del valore di € 500,00 cadauno da destinare a un numero consistente di classi scolastiche.

Oltre al sindaco Marco Doria, erano presenti il presidente del Consiglio Comunale Giorgio Guerello, l’assessore alle Politiche Socio Sanitarie della Casa Paola Dameri, l’assessore alle Scuole Pino Boero l’assessore ai Lavori Pubblici e alla Protezione Civile Giovanni Crivello, il presidente del Municipio Centro Est Simone Leoncini, il presidente del Municipio Bassa Valbisagno Massimo Ferrante, il presidente del Municipio Media Valbisagno Agostino Gianelli, il presidente del Municipio Medio Levante Alessandro Morgante, l’assessore alla Protezione Civile del Municipio Levante Michele Raffaelli, il segretario generale Camera del Lavoro CGIL Genova Ivano Bosco, il segretario generale CISL Genova Antonio Graniero, il segretario generale UIL Genova e Liguria Pier Angelo Massa.
 

Torna su
GenovaToday è in caricamento