menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Meteo Liguria: avviso per mareggiata, nuova allerta sul levante

Dopo la neve, a fare paura è il mare. E dalle 6 alle 18 di martedì 29 dicembre allerta meteo gialla lungo la costa da Portofino fino al confine con la Toscana, in tutta la provincia della Spezia, Val Fontanabuona e Valle Sturla

La fase di maltempo invernale che ha interessato la Liguria nelle scorse ore continua a far sentire i suoi effetti sulla nostra regione, prima con la mareggiata che continuerà a crescere per tutta la giornata odierna, poi con la ripresa di precipitazioni che si annunciano diffuse con cumulate significative a levante. La loro azione, combinata all'attuale saturazione del suolo e alla fusione delle nevi, ha portato il Centro Meteo Arpal a emanare un'allerta meteo gialla sui bacini grandi del levante regionale (zona C), dalle 6 alle 18 di martedì 29 dicembre. A causa della mareggiata è scattata la chiusura delle gallerie di Sant'Anna fra Lavagna e Sestri Levante.

Nella notte il passaggio perturbato si è manifestato con precipitazioni diffuse su tutta la regione: 35 cm di neve sul Monte Settepani, 22 cm a Urbe Vara e 17 a Cairo Montenotte, tutti in provincia di Savona, con fiocchi a imbiancare la costa fra Albenga e Genova; temporali e rovesci moderati nell’imperiese e nello spezzino, con 68 mm/12 ore a Brugnato; raffiche di vento a 141 km/h a Casoni di Suvero (SV), disagio fisiologico da freddo acuito dalla tramontana (-8.1 sul Settepani, -6.5 ad Alpe Vobbia, -6.2 sul Monte Penello) e crescita del moto ondoso con mareggiate intense ed estese sul centro levante.

Lunedì 28 dicembre, fino alle ore centrali residue deboli precipitazioni sparse su tutte le aree, più persistenti su C; residue deboli nevicate a tutte le quote su D, parte occidentale di E e interno di B, oltre 600-800 m su AC e parte orientale di E, con quota neve in progressivo innalzamento; venti settentrionali di burrasca su B in calo. Dal pomeriggio rinforzo da Sud-Ovest fino a burrasca 70-80 km/h dapprima su A, a seguire su BC con locali raffiche di burrasca forte capi esposti. Mareggiate diffuse di libeccio, intense su BC specie dalla sera.

Martedì 29 dicembre permane il flusso umido sudoccidentale con precipitazioni diffuse a Levante per buona parte della giornata, con cumulate significative su C dove le precipitazioni potranno assumere carattere di rovescio o temporale con bassa probabilità di fenomeni forti. Quota neve oltre 800-1000 m. Venti forti (50-60 km/h) e rafficati meridionali su ABC nelle prime ore, in attenuazione e rotazione dai quadranti settentrionali su B. Mare molto agitato con mareggiate estese e intense su BC nella notte, in graduale scaduta dalla mattinata.

Mercoledì 30 dicembre nulla da segnalare.

La suddivisione in zone del territorio regionale

  • A: Lungo la costa da Ventimiglia fino a Noli, l’intera provincia di Imperia, la valle del Centa
  • B: Lungo la costa da Spotorno a Camogli comprese, Val Polcevera e Alta Val Bisagno
  • C: Lungo la costa da Portofino fino al confine con la Toscana, tutta la provincia della Spezia, Val Fontanabuona e Valle Sturla
  • D: Valle Stura ed entroterra savonese fino alla Val Bormida
  • E: Valle Scrivia, Val d'Aveto e Val Trebbia.

Mareggiata, a Genova scatta l'ordinanza del sindaco

In seguito all'avviso emesso dal Centro funzionale meteo-idrologico di Protezione civile della Regione Liguria che prevede mareggiate intense per la giornata di lunedì 28 e martedì 29 dicembre entra in vigore l’ordinanza n. 9 del 18 gennaio 2017 che stabilisce misure di sicurezza a tutela della pubblica incolumità.

In particolare viene stabilita la chiusura degli accessi pubblici al mare ed alle scogliere del territorio comunale per la giornata di lunedì 28 e martedì 29 dicembre fino a cessata esigenza.

Viene disposta per tutti i cittadini l’osservanza delle seguenti regole: prestare la massima cautela nell’avvicinarsi al litorale o nel percorrere le strade costiere, sia a piedi che alla guida di un veicolo; evitare di sostare sul litorale, sulle strade costiere e a maggior ragione su moli e pontili; seguire le indicazioni fornite dalle autorità, in particolare prestando attenzione alle pubblicazione sul sito www.allertaliguria.gov.it del Bollettino di Vigilanza/Avviso Meteo; evitare la balneazione e l'uso delle imbarcazioni e assicurare preventivamente le barche e le strutture presenti sulle spiagge e nelle aree portuali; mettere in sicurezza, assicurandoli o rimuovendoli dalle aree esposte alla mareggiata, tutti gli oggetti che possono essere investiti dalla mareggiata e che possono arrecare danno all’incolumità delle persone, quali ad esempio strutture mobili, specie quelle che prevedono la presenza di teli o tendoni, impalcature, gazebo, strutture espositive o commerciali temporanee; poiché le mareggiate sono sovente associate ad una forte ventilazione, prestare attenzione anche ai possibili danni derivanti dal rischio vento (possibile distacco e caduta di oggetti esposti o sospesi, rottura di rami o alberi, ...).

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

La Liguria entra in zona arancione: cosa cambia

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

GenovaToday è in caricamento