Giovedì, 5 Agosto 2021
Cronaca

Il maltempo non dà tregua, seconda notte di allerta rossa

L'allerta rossa diramata da Arpal è terminata alle 12 per quanto riguarda la parte centrale della regione. Pesante il bilancio con fiumi esondati nel savonese, frane e smottamenti a Genova e in tutta la provincia

Frana sull'Aurelia a Vesima

È un fine settimana di apprensione per l'intenso maltempo che si è abbattuto sulla Liguria. Al momento sono 122 gli evacuati in tutta la regione e 374 le persone rimaste isolate a causa delle frane che hanno colpito la Liguria in queste ore.

Allerta rossa a Genova, gli ultimi aggiornamenti

Evacuati all'una della scorsa notte quattro nuclei familiari (9 persone) in via Isola, nel comune di Sant'Olcese, a seguito di uno smottamento in area boschiva. Sull'autostrada A10 è chiuso il tratto tra Varazze e Arenzano per uno smottamento. Entrata consigliata verso Genova: Arenzano. Uscita consigliata provenendo da Ventimiglia: Varazze. Tratto chiuso e poi riaperto tra Albisola e bivio A10/inizio complanare Savona per frana.

Poco prima delle 9 Arpal ha fornito un nuovo aggiornamento. Nel corso delle ultime ore - si legge - i fenomeni sono andati attenuandosi sul centro-levante mentre a ponente insistono precipitazioni localmente moderate in particolare sull'albenganese (51 mm/3h ad Albenga - Molino Branca). L'intensa ventilazione sciroccale che ha interessato il levante fino alle prime ore della notte ha lasciato il posto a un flusso orientale o nordorientale di intensità moderata con locali rinforzi. I livelli misurati nelle sezioni strumentati al momento risultano al più stabili o in discesa. Risultano in moderata salita i livelli nelle sezioni strumentate del bacino del fiume Centa. Non si escludono comunque localmente repentini innalzamenti di rii e torrenti legati a rovesci che potrebbero interessare ancora la regione.

Un sabato in allerta rossa, la diretta

«La prima, buona notizia è che è stato ritrovato e sta bene l'uomo che si pensava disperso nel fiume Letimbro a Savona. Siamo a quasi 24 ore dall'apertura di questa allerta rossa, che proseguirà sul centro e sul ponente ligure fino a domani. Non bisogna abbassare la guardia perché non è affatto finita: fino alla tarda mattinata di domani e anche al primo pomeriggio sul ponente è attesa ancora pioggia persistente e battente, con scrosci intensi, con venti forti. Invito tutti a non mettersi a rischio, a non andare a fare video o foto in zone soggette a possibili esondazioni o comunque pericolose, evitando di uscire di casa se non in casi di assoluta necessità. Raccomandiamo la massima prudenza». Così il presidente della Regione Liguria Giovanni Toti, dalla sala della Protezione Civile regionale.

Confermata fino alle 12 di domenica l'allerta rossa su Genova e Savona e fino alle 15 nell'entroterra savonese e nell'imperiese. Permangono piogge diffuse su tutto il territorio, che proseguiranno anche durante la notte. Alcune criticità si sono verificate anche sulla costa a causa della mareggiata, con onde di 4,5 metri: in particolare, a Vado Ligure è crollata una porzione di passeggiata a mare che è chiusa per ordinanza del sindaco. Alcuni danni sulla costa sono stati segnalati anche ad Alassio ma per fortuna nelle prossime ore la forza del mare è prevista in diminuzione. La mareggiata ha provocato anche rallentamenti sulla linea ferroviaria tra Ceriale e Albenga: è interrotto il binario pari (a mare) e si viaggia a circolazione alternata con velocità ridotta su un binario unico (a monte) che è libero. Il fiume Bormida resta osservato speciale, insieme al fiume Centa.

Alle 2.40 esondato il Rio Basco ad Albisola, con il savonese che continua ad essere la zona più colpita della regione. Continua a preoccupare anche il torrente Sansobbia.

Problemi ad Arenzano con una prolungata interruzione dell'energia elettrica dalle 23.30 in gran parte del Comune, risolta poche ore dopo. A San Quirico cappottamento intorno alle 23 di un'automobile che ha imboccato una strada chiusa per allagamento. Una persona è stata portata all'ospedale in codice giallo.

Valori di pioggia registrati nelle ultime 24 ore: oltre 300mm a Fiumara, 286mm a Prai, 378mm a Urbe, 370mm Pianpaludo.

Precipitazioni dal 1° di ottobre ad oggi: a Mele il record con 1.724 mm, seguita da Fiorino con 1.720mm da inizio ottobre, da Campo Ligure (1.636mm) e Urbe (1.627mm). La media annuale è di circa 1.700-1.800mm/anno.

Al momento risultano 60 persone sfollate in tutta la Liguria:

33 sfollati nel Comune di Genova (18 a Nervi per il crollo di un muraglione, 8 in zona certosa-campasso e 6 in via Campomorone);

Nel savonese: 1 sfollato a Quiliano; 18 evacuati a Ospedaletti per frana su una palazzina (via Sceso);

Nell'imperiese: 5 evacuati a Pieve di Teco; 3 evacuati a Sanremo (via Primavera).

Inoltre nell’Area Metropolitana risultano isolate circa 450 persone, di cui circa 400 a causa di una frana a Cogoleto. A Genova la frana sulla strada di Murta isola diverse famiglie, così come in via Adda dove ci sono 5 famiglie isolate. In molti casi le persone sono raggiungibili con i mezzi di soccorso e le situazioni sono costantemente monitorate. In corso Perrone è stato ripristinato un accesso da via Ferro e quindi non sono più isolate 120 persone.

Allerta meteo rossa, la situazione delle strade

Nel pomeriggio di sabato ha continuato ad allungarsi l'elenco di frane e smottamenti nell'estremo ponente della regione. Su Genova le precipitazioni più intense si sono verificate nelle prime ore del mattino di venerdì e poco più tardi se ne sono visti gli effetti, a cominciare da corso Perrone dove è avvenuta una grossa frana, e Murta, rimasta isolata per il cedimento di un terrapieno sulla strada che la collega a Bolzaneto. Domenica mattina la strada è stata riaperta.

Oltre a queste due, è lungo l'elenco delle strade chiuse: in via Fiodor a Carignano è sprofondato l'asfalto; non percorribili e costantemente monitorate anche via San Quirico, via Chiaravagna lato monte, via Perlasca, via Borzoli lato Rivarolo, via Cervetto, via Rubens e la rotatoria di via San Giovanni d'Acri. Anche via Massuccone Mazzini resta chiusa al transito veicolare causa frana. Transito interrotto sull'Aurelia a Vesima a causa di una frana di fronte a un camping. L'unico fiume sopra il livello di guardia è il Cerusa a Voltri.

VIDEO | Allerta rossa, la situazione del Polcevera dal ponte di Cornigliano

Nella mattinata di domenica disagi sull'autostrada A10 a causa si diverse frane che si sono riversate sulle carreggiate. Tra Albisola ed il Bivio con la Complanare di Savona, in direzione di Ventimiglia, il tratto è chiuso per la caduta di detriti in carreggiata a seguito delle forti piogge che interessano la zona. Anche il tratto tra Varazze e Arenzano verso Genova è stato chiuso per la caduta di detriti in carreggiata a seguito delle forti piogge.

A Cogoleto a causa di una frana in zona Beuca, sulle alture, si registrano circa 400 persone temporaneamente isolate: sul posto i tecnici per ripristinare la situazione. Chiusa a Camogli via Filippo De Gregori, che collega il borgo con Rapallo (Santa Maria del Campo), a causa di una frana. A Borzonasca la strada provinciale 57 è bloccata dalla caduta di un albero.

A Borgoratti via Passaggi bloccata per un albero pericolante. Attraverso un post su Facebook il Comune di Campo Ligure invita la popolazione alla massima prudenza per via di una frana lungo la SP69 per le Capanne di Marcarolo tra il km 6 e 7. Visto il prolungarsi delle precipitazioni e dell'allerta Rossa, invitiamo la popolazione alla massima prudenza e di limitare gli spostamenti sia nelle strade principali che in quelle secondarie.

Dopo le 2 problemi a Cogoleto, in Via del Deserto dove è ceduta la banchina stradale. Risultano alcune famiglie isolate ed è stata emessa un'ordinanza comunale per la chiusura della strada.

Allagamenti alla Fiumara. Video

Disagi anche per chi viaggia, con voli cancellati all'aeroporto Cristoforo Colombo e treni in ritardo causa la chiusura di un binario fra Loano e Albenga. Sulle autostrade si registrano allagamenti e veicoli in coda fra Arenzano e il bivio con l'A26 a causa di uno smottamento. La circolazione ferroviaria è ancora sospesa tra Acqui Terme e San Giuseppe di Cairo, linea Alessandria-Acqui Terme-San Giuseppe di Cairo, per un movimento franoso causato dal maltempo che ha interessato anche la sede ferroviaria. A causa dell’impraticabilità delle strade, è stato sospeso anche il servizio sostitutivo con bus. Si registrano ancora rallentamenti sulla linea Genova-Ventimiglia dove, a causa delle forti mareggiate in corso che trasportano detriti sulla sede ferroviaria, è inibito l’utilizzo del binario tra Loano e Albenga in direzione Ventimiglia. I treni viaggiano quindi sull’unico binario disponibile con circolazione alternata, con ritardi fino a 70 minuti e cancellazioni.

Gallery

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il maltempo non dà tregua, seconda notte di allerta rossa

GenovaToday è in caricamento