menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Trasporti pubblici, scuole e viabilità: ecco il piano per la nuova allerta neve

A una settimana dalla nevicata che ha paralizzato Genova, il freddo torna a farsi sentire in Liguria: ecco i provvedimenti adottati dal Comune

Torna il freddo intenso anche in Liguria a causa di un fronte proveniente dalla Scandinavia, e a una settimana di distanza dalla nevicata del 23 gennaio la Protezione Civile, in accordo con Arpal, ha emanato uno stato di allerta (gialla su Genova e provincia e sul levante, arancione su valle Scrivia, val d’Aveto e val Trebbia) in vigore dalle 21 di martedì 29 gennaio alle 15 di mercoledì 30 gennaio (qui il dettaglio).

Il Comune di Genova, proprio alla luce di quanto accaduto la  scorsa settimana, cercando di prevenire i disagi e le criticità (soprattutto per quanto riguarda la viabilità, che il 23 gennaio si è di fatto paralizzata) ha modificato le disposizioni del piano neve, adottando una serie di provvedimenti mirati e finalizzati sopratutto a garantire la mobilità.

Viabilità: salatura nella notte, individuate strade priorità 1 e priorità 2

Il Comune ha individuato le strade principali in cui il servizio pubblico dovrà essere garantito - le direttrici principali che attraversano la città, e almeno una strada di collegamento per ogni quartiere collinare - che sono state contrassegnate dalla priorità 1; ci sono poi le strade a priorità 2, che verranno comunque garantire a patto che la nevicata non sia troppo abbondante. In quest'ultimo caso, soltanto le strade a priorità 1 saranno assicurate come percorribili.

Il consiglio, ripetuto sia dal sindaco Marco Bucci sia dal governatore ligure Giovanni Toti, è di utilizzare quando possibile i mezzi pubblici anche per evitare che i mezzi privati non dotati di catene o gomme da neve possano diventare un intralcio per la normale viabilità cittadina. 

Allerta neve, le disposizioni del Comune su trasporti, scuole e viabilità

Per garantire i collegamenti, e il passaggio dei bus, Amiu procederà, a partire dalla notte, a una salatura preventiva sulla viabilità cittadina. In ordine di priorità si partirà dalle zone collinari e dalle arterie principali di collegamento a punti “sensibili” quali strutture ospedaliere e sanitarie, aeroporto, caserme dei Vigili del Fuoco e delle forze dell’ordine. In caso di nevicate, sono allertati anche gli speciali mezzi che assicureranno lo sgombero delle strade principali della città. 

Tutte le operazioni saranno compiute in stretto contatto con Amt, ed eventuali ulteriori interventi di “salatura” saranno predisposti dai Municipi, come da Piano di Emergenza. I mezzi a disposizione per gli interventi sono:13 di Amiu, 3 di Aster, uno di Amt e uno della Protezione civile del Comune. Amiu ne possiede ulteriori 10 in caso di necessità.

Scuole aperte a Genova

Dal punto di vista delle scuole, a Genova e provincia resteranno aperte alla luce dell’allerta di livello giallo. Nella zona in cui è in vigore l’allerta arancione - valle Scrivia, val d’Aveto e val Trebbia - sono i sindaci a disporre con apposita ordinanza le chiusure. I dirigenti scolastici sono stati tutti pre allertati. 

Il piano di Amt: bus pronti in rimessa con catene già montate

«Ci siamo ispirati ai piani neve di gran parte delle città del mondo, individuando le strade prioritarie su cui garantire il servizio pubblico e assicurandoci che vengano tenute sgombre. Amt ha modificato il suo piano neve, e in caso di precipitazioni intense daremo la precedenza alle strade considerate prioritarie, dove il trasporto pubblico verrà garantito».

Per assicurare il transito dei mezzi pubblici, dunque, Amt ha provveduto a montare in maniera in preventiva le catene su 150 autobus che entreranno in azione in caso di precipitazioni nevose. Questa operazione consentirà di assicurare gran parte della copertura territoriale del servizio, seppur con una riduzione del 30% media delle frequenze a seconda dell’intensità dell’eventuale nevicata. 

In caso di nevicate abbondanti, alcune linee potrebbero subire ulteriori limitazioni e, in alcuni casi, essere soppresse. I cittadini potranno essere informati in tempo reale sullo stato del servizio collegandosi al sito di Amt (www.amt.genova.it) e, per quanto riguarda i tempi di attesa delle diverse linee, collegandosi all’app Amt.

Le modifiche ai treni

L’offerta ferroviaria, come da Piano Neve concordato con la Regione, verrà garantita per il 70% dei treni regionali: «Sui treni è stato applicato il piano neve tenendo in considerazione anche l'esperienza della settimana scorsa - ha detto l’assessore regionale ai Trasporti, Gianni Berrino - Sono state cancellate quattro coppie di treni che partono da Busalla: in valle Scrivia il traffico sarà garantito con un treno ogni ora da Arquata per lasciare la linea libera per l'eventuale recupero del ritardo di altri treni. Cancellati anche otto treni sulla Acqui Terme Brignole. La  scorta di locomotori a gasolio è dislocata a Savona, pronta a intervenire in caso di necessità di recupero dei convogli. Nessun'altra cancellazione è prevista per ora, se non in caso di aggravamento della situazione».

Nel dettaglio le cancellazioni:

- Genova - Busalla - Tortona, intera giornata (cancellata la relazione Busalla-Genova).

- Genova – Acqui Terme, intera giornata.

- Savona – San Giuseppe di Cairo, intera giornata (interessati treni delle linee Alessandria – Savona, Torino – Savona e Fossano – San Giuseppe di Cairo).

Protezione Civile e Municipale in allerta

Per far fronte a eventuali emergenze, sono state attivate le squadre dei volontari di Protezione civile per il pronto intervento in caso di necessità per tutta la durata dell’allerta, nonché, se necessario, per il trasporto del sale presso i Municipi. La Polizia Municipale garantisce il servizio di pronto impiego su eventuali situazioni critiche collegate con l’allerta, assicurando l’impiego di almeno 8 pattuglie aggiuntive al servizio ordinario, ulteriormente incrementabili.

Emergenza freddo, ospedali allertati: 120 posti di accoglienza per i senzatetto

Alla luce dell’abbassamento delle temperature, gli ospedali sono stati allertati e sono state contattate le associazioni del territorio che collaborano con il Comune per il piano di accoglienza delle persone senza dimora.

A oggi sono previsti circa 120 posti di accoglienza notturna tra emergenza e prima accoglienza. Al momento sono ancora disponibili posti presso le seguenti strutture:

- in Vico Stoppieri con orario di apertura dalle 20,00 alle 08,00, per tutta la durata dell’allerta

- Rifugio (ex Baobab) con accoglienza h24;

- pronto intervento sociale Salita nostra Signora del Monte con accoglienza h24;

- La Casetta di Auxilium, con orario di apertura dalle 19,00 alle 8,00.

Allerta neve, le previsioni meteo

Mercoledì 30 gennaio 
A partire dalle prime ore della notte, un peggioramento con precipitazioni da sparse a diffuse. Deboli nevicate su interno di C oltre i 300-400 m, su DE a tutte le quote con cumulate fino a moderate, oltre i 200-300 m su AB. Possibili spolverate nevose su coste di B; non si escludono locali sconfinamenti lungo le aree costiere di AC. Possibili rovesci nevosi.Venti forti settentrionali su ABC e sui rilievi di DE con possibili raffiche fino a burrasca (60-70 km/h) in attenuazione dalla sera. Moderato disagio per freddo. 

Giovedì 31 gennaio 
Dopo una breve pausa, dalla tarda mattinata nuovo peggioramento con piogge diffuse, con cumulate localmente significative su BCE. Dal pomeriggio deboli nevicate su DE. Venti forti settentrionali su ABD anche rafficati (60-70 km/h), dai quadranti meridionali su CE. Mare molto mosso, localmente agitato in serata su C per onda da sud.

La suddivisione delle zone di allerta

A: Lungo la costa da Ventimiglia fino a Noli, l’intera provincia di Imperia, la valle del Centa 
B: Lungo la costa da Spotorno a Camogli comprese, Val Polcevera e Alta Val Bisagno 
C: Lungo la costa da Portofino fino al confine con la Toscana, tutta la provincia della Spezia, Valfontanabuona e Valle Sturla 
D: Valle Stura ed entroterra savonese fino alla Val Bormida 
E: Valle Scrivia, Val d’Aveto e Val Trebbia

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Caos autostrade: code anche in serata

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Costume e società

    Il poeta Guido Gozzano e quelle mangiate alla "Marinetta" di Genova

  • Costume e società

    Cosa vuol dire "stanco"? Storia di un "falso amico" genovese

Torna su

Canali

GenovaToday è in caricamento