menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Freddo e vento: scatta l'allerta neve sulla Liguria

Interessata quasi tutta la regione con la sola esclusione della costa del levante, Genova rientra invece nell'avviso: ecco il dettaglio

Come già ampiamente anticipato, un fronte di aria fredda proveniente dalla Francia si è abbattuto sulla Liguria portando con sé anche aria di neve, e alla luce delle previsioni la Protezione Civile regionale ha emesso un avviso di allerta gialla per neve per la giornata di mercoledì 23 gennaio.

L’allerta è in vigore dalle 6 alle 23.59 di mercoledì, e riguarda praticamente tutta la Liguria con l’eccezione del tratto di costa che da Portofino arriva sino al confine con la Toscana. Escluso dunque il levante, mentre a Genova potrebbe in effetti cadere qualche fiocco, soprattutto sulle alture.

Arpal ha infatti reso noto che l’azione combinata delle basse temperature e dell’umidità darà luogo, a partire dalla prima mattinata di mercoledì 23, a precipitazioni diffuse, a carattere nevoso soprattutto nell’entroterra di centro-ponente. Perché nevichi in riva al mare, però, devono coincidere lungo tutta la colonna d’aria le giuste combinazioni di umidità e temperatura: bastano variazioni anche solo di mezzo grado per trasformare pioggia in neve, e viceversa.

L’Agenzia Regionale ha tenuto in considerazione i seguenti fattori nell’elaborazione dell’allerta:

-        la prevista convergenza di venti settentrionali sul centro ponente ligure, e da est-sud est a levante, decisivi nel causare differenti effetti al suolo (10 centimetri di neve non hanno lo stesso impatto, soprattutto in costa, di 10 millimetri di pioggia);

-      l’ingresso di venti da nord accompagneranno la discesa dello zero termico fino al suolo nell’entroterra del centro-ponente, e in serata potranno soffiare a 80-100 km/h;

-       la formazione di un importante minimo depressionario nel Mediterraneo, che influenzerà lo scenario meteorologico fino a tutto giovedì;

-     il diffuso disagio per freddo e gelate nell’entroterra, ma non il gelicidio (perché la colonna d’aria è fredda in tutta la sua altezza);

-       la possibilità che si verifichino improvvisi rovesci nevosi, capaci localmente di dare cumulate significative in poco tempo.

Le temperature più basse e le previsioni

Nella notte appena trascorsa, le temperature sono scese molto al di sotto dello zero in diverse località delle zone interne. Il record del freddo spetta alla stazione di Sassello (Savona) con -9.3, seguita da Pratomollo (Genova) con -6.8, Murialdo (Savona) con -6.6, Montenotte Inferiore (Savona) e Col di Nava (Imperia), Poggio Fearza (Imperia) con -6.2. “Più caldo” nello spezzino, con la minima di -2.9 misurata a Taglieto, nel comune di Varese Ligure.

Le minime nelle stazioni di riferimento delle città capoluogo di provincia sono di 5.2 gradi a Genova, 5.3 a Savona, 4.8 a Imperia e 6.6 a Imperia. 

Previsioni meteo martedì 22 gennaio: Venti settentrionali in attenuazione fino a moderati. Locale disagio fisiologico per freddo nelle ore serali.

Previsioni meteo mercoledì 23 gennaio: Tempo perturbato e deciso calo dello zero termico. Nelle notte deboli spolverate nell'interno senza accumuli significativi. Dalla mattinata e per la giornata si attendono deboli nevicate alla quota del suolo su DE e nell'interno di AB; spolverate nevose sulle zone costiere di AB con quota neve intorno ai 200-300 metri in locale calo al suolo. Spolverate nevose nell'interno di C (quota neve 400-600 metri). Possibili rovesci nevosi. Venti forti da Nord; in serata fino a burrasca, raffiche fino a 80-100 km/h. Moderato disagio per freddo. Gelate.

Previsioni meteo giovedì 24 gennaio: Nelle prime ore della notte deboli nevicate residue su D e nelle zone interne di B; possibili spolverate su E. Venti settentrionali di burrasca (60-70 km/h) con raffiche che sui crinali e allo sbocco delle valli potranno superare i 100 km/h. Moderato disagio per freddo nelle ore notturne. Possibili gelate. Mare molto mosso, agitato al largo.

Dettaglio suddivisione zone di allerta

A: Lungo la costa da Ventimiglia fino a Noli, l’intera provincia di Imperia, la valle del Centa

B: Lungo la costa da Spotorno a Camogli comprese, Val Polcevera e Alta Val Bisagno

C: Lungo la costa da Portofino fino al confine con la Toscana, tutta la provincia della Spezia, Valfontanabuona e Valle Sturla

D: Valle Stura ed entroterra savonese fino alla Val Bormida

E: Valle Scrivia, Val d'Aveto e Val Trebbia.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

Si presenta di notte all'hub per il vaccino, ma trova chiuso

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

GenovaToday è in caricamento