menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Maltempo: allerta finita a Genova, qualche problema in più a levante

La "cugina" di Sandy risparmia il centro città. Qualche strada allagata sabato, ma nulla di più. Problemi invece nel Tigullio e soprattutto nello spezzino dove l'allerta terminerà domenica pomeriggio

Genova - Quando la 'cugina' di Sandy, ribattezzata 'Tempesta di San Martino' bussa alle porte di Genova sono circa le 13 di sabato 10 novembre, ma non trova impreparata una città che fin dalle 9 si era barricata dietro all'Allerta 2 disposto dalla protezione civile regionale, chiudendo le porte di tutto ciò che, generalmente, restava aperto: scuole, parchi e cimiteri, accessi al mare e sottopassaggi, cantine e primi piani, negozi già addobbati per un Natale ancora lontano.

Piove con diverse intensità, creando qualche sporadico allagamento, l'ingrossamento dei torrenti che non hanno raggiunto i livelli di guardia, ma soprattutto generando prima paura e poi rabbia e polemiche. Alle televisioni e radio locali i cittadini lamentano un allarmismo inutile ma le loro parole cozzano contro il buon senso di chi ha preso queste misure eccezionali avendo ancora negli occhi la tragedia del 2011, con una Genova invasa dal fango e 6 morti.

Piove dunque, ma la 'cugina' di Sandy non riesce a far paura e non somiglia nemmeno un po' alla parente lontana che ha spaventato l'America. Però le è facile innescare una serie di problemi: intanto, le nuvole gravide d'acqua e nere come la pece, che trasformano in notte il primo pomeriggio e disturbano l'aeroporto 'Colombo'. In tutto, sono quattro gli aerei dirottati e due quelli cancellati per scarsa visibilità. La Sampdoria, attesa a Palermo, è costretta a prendere il charter a Pisa. Più fortuna per il Napoli che fa scalo a Genova dove oggi affronta i rossoblù.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La partita, minacciata dal maltempo "si gioca - dice il sindaco Marco Doria - se tutto resta così", visto che l'allerta 2 dovrebbe cessare a mezzogiorno. Il primo cittadino per tutto il giorno resta al centro operativo comunale a monitorare fiumi e frane e a fine sera dice.

A Genova la giornata si chiude solo con qualche strada allagata (guarda le foto). Nel Levante ligure invece c'é qualche problema in più: un centinaio di persone vengono sfollate, più della metà a Borghetto Vara, il paese devastato dall'alluvione dello scorso anno.

Domenica a Genova tutto torna alla normalità, alle 12 finisce l'allerta, la gente inizia a uscire di casa e anche i campi sportivi si iniziano a popolare, dopo gli innumerevoli rinvii di sabato e domenica mattina. Ancora qualche apprensione invece a Levante, dove l'allerta 2 è terminata dopo le 15.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Caligo: Genova si sveglia (ancora) nella nebbia, le foto più belle

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

GenovaToday è in caricamento