menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Allerta Genova: scende il Bisagno dopo il passaggio della piena

Le precipitazioni più significative della notte si sono concentrate sul bacino del Bisagno, dove hanno provocato un significativo innalzamento del torrente. Prosegue fino alle 18 lo stato di allerta 2

Prosegue fino alle 18, salvo nuove disposizioni della Protezione civile regionale, lo stato di allerta meteo 2 su Genova, entroterra savonese, Tigullio e spezzino. Ieri il messaggio con cui è stato disposto il livello massimo di allerta ha creato un certo stupore, visto che nelle ultime ore le precipitazioni erano state contenute.

Tuttavia a partire dalle 21 sono iniziate a cadere le prime gocce d'acqua. La notte è trascorsa con precipitazioni abbondanti, ma per fortuna senza danni. Al risveglio la città ha messo in atto i comportamenti, ormai purtroppo quasi consueti: scuole chiuse così come impianti sportivi, parchi, musei, biblioteche, mercati e cimiteri.

L'evolversi delle condizioni meteo dipenderà dalla direzione dei venti, freddi da nord e caldo-umidi da sud, il cui scontro genera temporali. In serata le precipitazioni dovrebbero comunque cessare.

Aggiornamento ore 12: l'intero golfo ligure è interessato da copertura nuvolosa con associate deboli piogge. L'attività temporalesca è limitata alla Corsica. La linea di convergenza fra venti da Sud/Sud-Est e venti da Nord rimane posizionata in corrispondenza di Genova, protesa verso sud. Sul territorio comunale sono in atto deboli pioviggini sparse; la ventilazione da nord è sostenuta, in particolare a ponente e nelle zone esposte (crinali, Valpolcevera).

Ore 11.30: chiusa via Montaldo a causa di un muro pericolante.

Ore 9: si osserva un diradamento della copertura nuvolosa sul genovese, mentre la parte orientale della regione e l'alta Toscana, sotto l'effetto di venti da Est e Sud-Est, resta ancora soggetta a precipitazioni diffuse. In precedenza, deboli precipitazioni avevano interessato la fascia costiera del ponente cittadino, con accumuli contenuti entro i 2-3 millimetri, e si sono esaurite le piogge che hanno interessato il territorio comunale durante la notte; al momento non si registrano piogge in nessuna stazione della civica rete di monitoraggio. Gli idrometri dislocati lungo l'asta del Bisagno mostrano livelli idrometrici in discesa, dopo gli innalzamenti avvenuti nel corso della notte.

Ore 7.30: dopo i rovesci della tarda serata nell'estremo spezzino, le precipitazioni più significative della notte sembrano momentaneamente esaurite; quelle che hanno raggiunto la terra si sono concentrate sul bacino del Bisagno, dove hanno provocato un significativo innalzamento del torrente. L'idrometro di Passerella Firpo, il più vicino alla foce, alle sette ha registrato il passaggio di un colmo di piena prossimo al primo livello di guardia. Attualmente si osservano deboli precipitazioni diffuse nell'estremo levante, dovute a una estesa struttura fra la Corsica e la Toscana. Nel centro del Mar Ligure inoltre continuano a formarsi celle temporalesche in corrispondenza della convergenza dei venti. In caso di scrosci e temporali di forte intensità non si escludono risposte repentine ed innalzamenti anche significativi dei piccoli rii.

Venerdì 28 novembre 2014: nel corso della notte rapida intensificazione dei fenomeni in particolare sul settore centrale della regione: la convergenza tra un intenso flusso umido sudorientale e forti venti settentrionali determinerà lo sviluppo di fenomeni temporaleschi stazionari, caratterizzati da piogge anche molto forti e persistenti con maggiori probabilità dei fenomeni su centro-levante della regione. Quantitativi di precipitazione cumulata fino a elevati. Lenta attenuazione dei fenomeni nella seconda parte della giornata. Venti da Est Sud-Est sui 50-60 km/h con raffiche locali fino 70-80 km/h su spezzino, 40-50 km/h da Nord, Nord-Est con raffiche fino 60-70 km/h su centro-ponente della regione. Mare in aumento fino a molto mosso da Sud-Est, localmente agitato su imperiese.

Sabato 29 novembre 2014: deboli piogge residue; venti forti da Nord-Est sui 40-50 km/h su genovese e imperiese.

Tendenza: bassa predicibilità a medio termine. Probabile nuovo peggioramento domenica. Seguire gli aggiornamenti.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Costume e società

Da dove deriva il nome del quartiere Marassi?

Coronavirus

Si presenta di notte all'hub per il vaccino, ma trova chiuso

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

GenovaToday è in caricamento