Allerta arancione fino alle 15 di mercoledì: chiuse due scuole, case evacuate. Disagi a Ponente

L'avviso è stato prorogato sino alle 15 di mercoledì. I maggiori problemi si registrano nell'estremo ponente cittadino e nell'entroterra, torrenti sorvegliati speciali: gli aggiornamenti

Giornata da allerta arancione su Genova e la sua provincia, dove l’avviso, emanato da Noli e Portofino e nell’entroterra, è stato prorogato sino alle 15 di domani. E dopo ore di piogge forti, soprattutto sul ponente si incominciano a manifestare i primi disagi, in particolare in zona Voltri, Arenzano e Cogoleto e relativo entroterra, dove contrariamente a quanto accaduto a Genova, una linea temporalesca ha continuato a imperversare per tutto il pomeriggio e le forti piogge hanno provocato diversi allagamenti e piccoli smottamenti.

Ad Arenzano, dove l'Aurelia è stata chiusa su iniziativa di Anas, resta un sorvegliato speciale il Cantarena e per la giornata di mercoledì il sindaco ha emesso un'ordinanza di chiusura di tutte le scuole di ordine e grado (così come a Cogoleto), insieme con parchi cimitero e impianti sportivi, mentre il transito in via Marconi è interrotto per lavori di riprstino tra via Grasca e via Michelini dopo il crollo di un muro. A Tiglieto, dove i residenti stanno vivendo ore di ansia, l'Orba ha superato la soglia di piena straordinaria. Meno critica, ma sempre preoccupante, la situazione a Campo Ligure, dove lo Stura ha superato la soglia di piena ordinaria.

La situazione resta sotto controllo anche in val Polcevera, dove nelle prime ore della giornata piogge intense, e nel voltrese, dove le precipitazioni seppur di moderata intensità, continuano a sovraccaricare un terreno già fortemente condizionato da quelle della notte. Il livello idrometrico del torrente Cerusa, sebbene significativo, risulta ancora al di sotto dei livelli di guardia. A Genova si è verificato qualche allagamento, in mattinata, sulla Sopraeleavta e nel sottopasso di via Degola, a Sampierdarena, oltre che in autostrada tra i caselli di Voltri e Aeroporto, ma nel pomeriggio la pioggia ha concesso una tregua.

A preoccupare maggiormente, dunque, resta il ponente cittadino: nella zona di via delle Fabbriche, sulle alture di Voltri, rimangono chiuse la scuola d’infanzia al civico 189 e la scuola primaria e materna Giacomo Canepari di Crevari. Nella stessa zona sono state sgomberate due abitazioni, una in via Costa d’Erca e una in via delle Fabbriche, mentre in via del Voltino un’altra abitazione è stata evacuata dopo che un fulmine ha appiccato un incendio colpendo la lavatrice. Non risultano feriti, e tutti gli occupanti hanno trovato rifugio presso parenti o conoscenti. Il Cerusa è costantemente sotto controllo, con la portata aumentata drasticamente dopo le piogge della mattinata e di parte del pomeriggio. Intorno alle 13 la Protezione Civile ha deciso di chiudere la strada che corre lungo il torrente per precauzione.

In zona la pioggia, come detto, è caduta con particolare intensità nel ponente e nell'entroterra: la stazione Prai, a Campo Ligure, ha registrato una cumulata di 41 millimetri, mentre la pioggia continua a “martellare” Fiorino, con 27 millimetri e un totale giornaliero di ben 509 millimetri. Mele ha toccato ora i 343 millimetri, Crevari 333, Fabbriche 320, Passo del Turchino 314, Prai 310. Sulla costa da segnalare i 200 millimetri complessivi della stazione di Cogoleto Lerca.

Le disposizioni del Coc

Nella notte intanto, come da disposizione del Centro Operativo Comunale, è stato rafforzato il presidio sul territorio con l’ausilio di volontari della polizia Municipale, con 4 pattuglie dedicate al monitoraggio dei rivi. Dalle 6.30 sono state dedicate, inoltre, 9 pattuglie di pronto intervento fino a cessata allerta; oltre al potenziamento del servizio notturno con 2 pattuglie in servizio dalle 19 alle 4 e 4 pattuglie dalle 3 alle 10. È stata disposta la chiusura e la messa in sicurezza di tutti i cantieri in alveo. Chiuso il guado di via Veilino e presidiate via Shelley, via Pontetti e via Gallesi.

Per quanto riguarda la metropolitana, restano chiusi fino a cessata allerta i due accessi della stazione metro di Brignole di via Canevari, gli ascensori all’interno della stazione metro zona Canevari e gli ascensori da piazza Raggi a corso Montegrappa. La stazione metro di Brignole sarà accessibile da piazza Raggi (Borgo Incrociati) e da piazza Verdi dai normali accessi.

Le direzioni del Comune di Genova, i Municipi e le Aziende (Aster, Amiu e Amt) hanno attivato i piani di emergenza previsti per lo stato di allerta meteo arancione. Allertate anche le squadre di volontari di Protezione Civile. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente di caccia a Bolzaneto: muore 58enne colpito per errore

  • Travolta da uno scooter a Sant'Eusebio, muore in ospedale: «Ciao Ale»

  • All'asta le sneaker della Lidl. Anche mille euro per una taglia 38

  • Tragedia al San Martino, trovato morto paziente allontanatosi dal reparto

  • Lo spettacolo della Corsica dalla Liguria: miraggio o realtà?

  • A passeggio dopo il coprifuoco: «Stiamo tornando a casa dopo una festa con amici». Multati

Torna su
GenovaToday è in caricamento