Maltempo, domenica di allerta arancio sul Levante

Innalzato il livello di attenzione per i grandi bacini. Su Genova e provincia, sulla costa e nell'entroterra, l'avviso giallo riprende alle 4 di domenica per finire alle 20

Peggiorano le previsioni meteo per il weekend, soprattutto per quanto riguarda il levante della regione: la Protezione Civile regionale ha diramato un avviso di allerta di colore arancione per piogge diffuse per i bacini grandi della zona che va da Portofino fino al confine con la Toscana, e cioè per quelli dell’Entella e del Magra, in vigore dalle 10 alle 20 di domenica 5 febbraio

«Abbiamo emesso un avviso di allerta arancione per i bacini grandi perché sono quelli che reagiscono in modo repentino a precipitazioni non intense, ma prolungate, essendo un territorio molto ampio», spiega Federico Grasso di Arpal, aggiungendo che a Monterosso, nelle ultime ore, si è registrata una cumulata di 25 millimetri.

Nel dettaglio, i Comuni interessati dall'allerta arancione:

Provincia di Genova:

- Carasco
- Chiavari
- Cogorno
- Lavagna 
- Leivi
- San Colombano Certenoli

Provincia della Spezia:

- Ameglia
- Arcola
- Beverino
- Bolano 
- Borghetto Vara
- Brugnato
- Calice al Cornoviglio
- Carro
- Carrodano
- Follo
- Lerici
- Rocchetta di Vara
- Santo Stefano Magra
- Sarzana 
- Sesta Godano
- Varese Ligure
- Vezzano Ligure

Gialla, invece, l’allerta per il Tigullio e il Golfo Paradiso, e in generale per i bacini piccoli e medi. E’ stato inoltre diramato un avviso di allerta gialla per neve sino alle 20 per la valle Stura e la val Bormida, mentre dalle 4 alle 20 di domenica torna in vigore quella gialla per:

- Zona B: la costa da Spotorno a Camogli comprese, la Valpolcevera e la Valbisagno

- Zona E: Valle Scrivia, Val d'Aveto,  Val Trebbia

Per quanto riguarda sabato, sulla regione resta in vigore l’allerta gialla sino alle 18 sulle zone B ed E, e alle 21 su C. Nessuna allerta, invece, sull’entroterra imperiese e la Valle del Centa.

LA SITUAZIONE IN QUESTE ORE - Arpal fa sapere che la seconda perturbazione in transito sulla Liguria ha continuato a portare precipitazioni in particolare sul centro levante ligure, dove alcune località in questi giorni hanno già superato i 100 mm cumulati (128 Viganego–GE, 125 Riccò del Golfo-SP). Nel pomeriggio di sabato assisteremo a un rapido miglioramento da ponente verso levante, con mare in aumento in particolare su C, dove potremo avere una mareggiata fra tardo pomeriggio e prima parte della notte.

Il terzo passaggio perturbato potrà portare temporali e piogge diffuse dalla parte finale della notte, con venti in aumento sul centro regionale e quota neve in calo nell’entroterra fino a 300-400 metri. L’allerta arancione per i grandi bacini di C sottolinea come il Magra possa rispondere repentinamente a questo tipo di precipitazioni, che si stanno prolungando da più giorni su un terreno già saturo.

GLI EVENTI - Per quanto riguarda invece gli eventi previsti a Genova e provincia per domenica, al momento non risultano cancellazioni o rinvii, compresa l'attesissima fiera di Sant'Agata, come ha confermato anche il presidente del Municipio Bassa Valbisagno, Massimo Ferrante: «Sentito l'Assessore comunale alla protezione civile, Gianni Crivello, informo che domani (domenica 5 febbraio) la fiera di S. Agata si svolgerà regolarmente - ha fatto sapere su Facebook - Solo in caso di allerta arancione o rossa sarebbe stata rinviata».

LE PREVISIONI

Sabato 4 febbraio:  Precipitazioni localmente significative e moderate, con alta probabilità di fenomeni temporaleschi forti su B, C ed E fino alle prime ore del pomeriggio. Bassa probabilità di locali rovesci o temporali forti su A e D. Rapido esaurimento dei fenomeni da Ponente verso Levante. Venti localmente forti da Sud Ovest, da Nord Ovest sulla parte centrale della regione. Mare in aumento fino a localmente agitato. Possibili mareggiate su C tra la serata e la notte.

Domenica 5 febbraio:  Precipitazioni localmente moderate e significative a partire dalla parte finale della notte. Bassa probabilità di fenomeni temporaleschi forti su A e D. Alta probabilità altrove. Nel pomeriggio, la rotazione del flusso da Nord determina un marcato abbassamento delle temperature sul versante Padano, con deboli nevicate sopra i 300-400 metri. Venti inizialmente dai quadranti meridionali fino a forti, nel corso della mattinata in rotazione da Nord e intensificazione con locali raffiche fino a 90/100 km/h. Mare localmente agitato nelle prime ore.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Lunedì 6 febbraio: Residue precipitazioni nella prima parte della giornata, in progressivo esaurimento. Venti ancora forti da Nord, anche rafficati. Mare agitato al largo. Zero termico in aumento.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, possibile "mini lockdown" in tutta Genova: «I contagi crescono ovunque»

  • Bassetti: «In ospedale al primo sintomo influenzale per la paura che è stata trasmessa»

  • Covid, tutta Genova diventa zona "ad alta attenzione": firmata la nuova ordinanza

  • Auto pirata travolge gruppo di giovani a Quezzi, 4 feriti gravi tra cui una ragazza incinta

  • Incidente a Quezzi, arrestato il pirata della strada

  • Pronto soccorso in affanno, troppi accessi per sintomi lievi: «Sbagliato, ecco quando dovete venire»

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
GenovaToday è in caricamento