Cronaca

Maltempo, scatta l'allerta rossa: lunedì scuole chiuse anche a Genova

Massimo grado di allerta per il peggioramento previsto in nottata: i dettagli sull'avviso diramato dalla Protezione Civile

Peggioramento meteo in arrivo nelle prossime ore sulla Liguria, e oltre a prolungare l’allerta arancione per domenica, la Protezione Civile Regionale in accordo con Arpal ha deciso di emettere un avviso di allerta rossa sulla costa da Spotorno sino a Sarzana (e dunque Genova compresa) e per l’entroterra savonese, genovese e del levante.

Allerta rossa: divieti, chiusure e provvedimenti del Comune

Stando a quanto rilevato da Arpal, nelle ultime 36 ore si sono verificati rovesci e temporali con colpi di vento e mare agitato, che a partire dalla serata odierna riprenderanno vigore. Sull’intero evento, già superati i 430 mm a Torriglia e i 408 a Cabanne di Rezzoaglio; sulle 24 ore i dati relativi alle cumulate sono davvero importanti: Cabanne di Rezzoaglio ha raccolto 309.6 millimetri di pioggia, Torriglia 292.8, Davagna 291.2, Diga di Giacopiane 287.4, Urbe Vara Superiore 274.8, Viganego 273.4, La Presa Bargagli 265.6, Cichero 258.8, Barbagelata 240.4, Prai 234.8. Sull’ora si segnalano i 75 mm/1h a Sesta Godano (SP), 63mm a Stella Santa Giustina, e rovesci importanti come quello da 21.2 in 15 minuti a Fiorino e da 11 millimetri in 5 minuti a Genova Bolzaneto. 

Qui tutti gli aggiornamenti sulla situazione in città in allerta arancione

Il dettaglio dell'allerta

  • Zona A: gialla fino alle 23.59 di domenica 28 ottobre, poi arancione fino alle 15 di lunedì 29 ottobre poi gialla sino alle 18 
  • Zone B - D: arancione fino alle 14.59, poi gialla sino alle 23.59 di domenica 28 ottobre, poi arancione sino alle 6 di lunedì, poi rossa fino alle 18 di lunedì, poi gialla sino alle 23.59
  • Zona C: arancione sino alle 14.59, poi gialla sino alle 23.59 di domenica 28 ottobre, poi arancione fino alle 11.59 di lunedì 19 ottobre, poi rossa sino alle 23.59
  • Zona E: arancione fino alle 5.59 lunedì 29 ottobre, poi rossa sino alle 17.59, poi gialla sino alle 23.59 di lunedì 

Le zone di allerta della Liguria 

  • A: lungo la costa da Ventimiglia fino a Noli, l’intera provincia di Imperia, la valle del Centa 
  • B: lungo la costa da Spotorno a Camogli comprese, val Polcevera e alta val Bisagno 
  • C: lungo la costa da Portofino fino al confine con la Toscana, tutta la provincia della Spezia, Valfontanabuona e valle Sturla 
  • D: valle Stura ed entroterra savonese fino alla val Bormida
  • E: valle Scrivia, val d’Aveto e val Trebbia

Il Bisagno dopo la notte di allerta arancione | Video

«Abbiamo attualmente oltre 300 volontari impegnati sui territori più colpiti, le piogge intense hanno colpito molto il territorio, sono caduti circa 350 mm nelle ultime 24 ore - ha detto durante l’aggiornamento di mezzogiorno l’assessore regionale alla Protezione Civile, Giacomo Giampedrone - Sono numeri che per la Liguria creano situazioni molto critiche. Quello che preoccupa è che nelle prossime ore pioverà sul piovuto, a differenza di sabato, e i bacini sono già stati sferzati dalla pioggia, il che significa che ci aspettiamo un coinvolgimento significativo: per questo scatta l’allerta rossa, che seguiremo da domenica sera con tutta la nostra sala operativa attivata ai massimi livelli. Ci riserviamo la rivalutazione dei modelli alle 18 e alle 22 per essere il più accurati possibile, visto che la perturbazione coinvolgerà tutto il territorio della Liguria».

Il Polcevera sorvegliato speciale | Video

La situazione a Genova e in provincia

A causare i maggiori problemi, nella domenica di allerta arancione, è stato il vento: numerosi gli interventi dei vigili del fuoco per rami caduti, alberi e impalcature pericolanti, caduta di calcinacci e intonaci e tetti scoperchiati.

Poco dopo le 8 una circoscritta cella temporalesca ha rapidamente risalito il golfo ligure raggiungendo il genovesato e generando il cosiddetto "downburst", scoppio di vento, che ha fatto registrare raffiche superiori a 60/65 km/h, associate a forti rovesci di pioggia, tuoni e lampi.

Conseguenza diretta, in zona Terminal Traghetti si è formata una tromba d'aria che ha divelto la copertura della passerella per lo sbarco dei passeggeri e che si è diretta poi verso Oregina e San Teodoro, causando parecchi danni (fortunatamente solo a cose) in via Bologna e via Digione: alberi e pannelli travolti dal vento sono finiti sulla strada costringendo vigili del fuoco e Municipale a numerosi interventi.

Tetti scoperchiati e alberi caduti, raffica di interventi in città | Video 

Paura, ma fortunatamente nessun ferito, anche in via Alizeri, chiusa dopo che il vento ha scopertichiato un tetto facendo precipitare le tegole in strada e danneggiando le auto parcheggiate. Problemi anche a Molassana sempre per il forte vento, e in diverse zone della città, in particolare Oregina e Castelletto, si sono verificati dei black-out.

Arpal ha reso noto che i livelli dei torrenti monitorati in città hanno nuovamente iniziato a innalzarsi (pur rimanendo al momento al di sotto dei livelli di guardia) dopo la preoccupazione suscitata nella serata di sabato in particolare dal Bisagno. Visti i forti temporali, Arpal non esclude che si veritichino rapidi innalzamenti dei rivi e dei torrenti più piccoli, allagamenti diffusi e problemi alle reti fognarie, così come già accaduto ieri con i numerosi tombini saltati.

Altra criticità, poi, riguarda le condizioni del territorio, in alcuni casi già zuppo e fragile, e le frane: nella notte il terreno ha ceduto in via Struppa, ad Apparizione, in via Bavari,  e ancora in via San Carlo di Cese e via Cian de Vi. Piccole frane anche sulle strada provinciale a Bargagli e a Torriglia (dove 5 famiglie sono rimaste isolate) e sulla statale a Davagna. A Busalla esondato il rio Chiappa dietro al palazzo del Comune, con conseguente fiume in strada.

Problemi anche a Geminiano, in alta Valpolcevera, dove forte pioggia e vento nella notte hanno provocato molti danni:  «Noi stiamo bene, ma siamo un po’ demoralizzati - conferma Paoli Maggi, proprietario di una villetta a Geminiano, in alta Valpolcevera - Il vento e la pioggia stanotte hanno fatto un disastro. Avevamo messo da poco a posto il terrazzo, e anche il tetto ha subito gravi danni».

Sulle alture del ponente, tra Mele la frazione Fondocrosa, la strada SS456 del Turchino è interrotta a causa della caduta di un albero sulla carreggiata: in azione per liberarla la squadra comunale di Protezione Civile.

Le previsioni

Domenica 28 ottobre: Per tutta la giornata condizioni di marcata instabilità. Segnaliamo piogge moderate o localmente forti su CE con cumulate significative associate a rovesci e temporali di intensità fino a forte. Venti da Sud, Sud-Est 50-60km/h con raffiche di burrasca in parziale calo; mare localmente agiato su BC.

Lunedì 29 ottobre: Fin dalla prime ore della notte piogge in intensificazione a partire da Ponente (zone ABD) in estensione alle restanti zone con intensità ovunque forte e valori cumulati elevati. Alta probabilità di temporali o rovesci anche forti; non si escludono fenomeni organizzati e persistenti. Venti tra Sud-Est e Sud-Ovest in rinforzo fino a 70-80km/h, localmente 90km/h su C con raffiche oltre i 100- 110km/h. Mareggiata intensa su tutte le coste.

Martedì 30 ottobre:  In mattinata piogge residue sul Levante con cumulate fino a significative su C. Venti da SudOvest 50-60km/h con raffiche di burrasca; mareggiare residue sulle coste di BC.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Maltempo, scatta l'allerta rossa: lunedì scuole chiuse anche a Genova

GenovaToday è in caricamento