rotate-mobile
Cronaca Albaro / Corso Italia

Allarme aggressioni gabbiani, il Comune: "Tenete pulito e non date loro da mangiare"

Aumentano i casi di persone aggredite dai volatili, spesso in cerca di cibo

Prima un ragazzo aggredito a Quarto, mentre andava sul monopattino. Poi un ciclista circondato da diversi volatili che lo hanno fatto cadere a terra, mandandolo al pronto soccorso. Solo negli ultimi giorni.

Ma basta fare un giro sui social per rendersi conto che il fenomeno delle aggressioni dei gabbiani è diffuso in varie zone della città: un esempio su tutti, un cittadino che ha raccontato di essere stato "scippato" della focaccia che teneva in mano da un gabbiano in volo. Un episodio che ha fatto sorridere qualcuno, mentre altri hanno raccontato di episodi più gravi e preoccupanti. Fuori Genova si contano anche altre aggressioni, da Recco ad Arenzano, senza alcun motivo apparente. 

Il Comune invita i cittadini a tenere pulito per evitare di attirare questi animali, ma l'impresa non è semplice. 

A portare il tema in consiglio comunale, chiedendo soluzioni, Valter Pilloni di Vince Genova. "Il gabbiano è specie selvatica - puntualizza l'assessora agli Animali Francesca Corso - e la competenza è in capo alla Regione. Ma per quanto riguarda la nostra competenza, ci sono buone prassi che possono essere adottate per prevenire la diffusione di questi animali e dunque dei relativi incidenti".

A partire dai nidi: "Bisogna evitare che nidifichino sui terrazzi degli alloggi privati, dunque i cittadini devono cercare di tenere pulito, di far sì che i gabbiani non trovino sporcizia o materiale organico con cui banchettare. Sappiamo che dove c'è abbandono di rifiuti questi animali proliferano. Il Comune non può intervenire con la cattura e tanto meno con l'uccisione dei gabbiani, o con la distruzione dei nidi". Ma, come osservano diversi cittadini, anche numerosi cassonetti in città sarebbero da tenere più puliti.

C'è poi un altro tema, legato a chi consapevolmente nutre questi volatili e che crea situazioni di degrado: "La somministrazione di cibo è vietata - rimarca Corso - dunque da parte è bene evitare che ci sia diffusione di spazzatura, dall'altra però le persone non possono dare da mangiare ai gabbiani, evitiamo di far sì che si riproducano più del dovuto". Ma intervenire in maniera tempestiva è difficile. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Allarme aggressioni gabbiani, il Comune: "Tenete pulito e non date loro da mangiare"

GenovaToday è in caricamento