Consegna alimenti con camion frigo rotto, multa e sequestro

Il conducente, che si è giustificato sostenendo che il vano frigo si era rotto proprio durante il trasporto, è stato sanzionato con una multa di mille euro

Tre bancali di merce deperibile sono stati sequestrati dagli agenti della Sezione Polizia Stradale di Genova. Si tratta di 8 chili tra stracchino, mozzarelle e ricotta, 300 confezioni di yogurt, 12 litri di latte e 13 chili di altra merce deperibile, destinati a finire sulle tavole di ignari consumatori.

In via lungomare Canepa, nell'ambito dei controlli mirati al trasporto di derrate alimentari, la pattuglia della sezione ha fermato un autocarro condotto da un cinquantenne genovese, che di professione fa l'autotrasportatore. Ogni giorno si reca in ditta, carica il camion frigo e rifornisce sia i venditori al dettaglio sia quelli della grande distribuzione.

Ieri mattina si stava recando presso un noto supermercato cittadino, quando si è imbattuto nel controllo della Stradale. Dopo il controllo di patente, carta di circolazione e documenti di trasporto, la Stradale ha aperto il frigo.

Aprendo, gli agenti speravano di trovare un po’ di refrigerio, ma così non è stato. Non solo, l'acre odore di cibo avariato confermava che la temperatura rilevata non era adeguata alla corretta conservazione di generi alimentari, infatti, era superiore di circa 10 gradi rispetto a quella consentita dalla legge.

La misurazione è stata fatta dal personale sanitario dell'Asl genovese, intervenuto sul posto, che ha accertato che gli alimenti deperibili apparivano con caratteristiche organolettiche alterate, quindi ne ha disposto il sequestro e il successivo smaltimento (eseguito da un'azienda specializzata).

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il conducente, che si è giustificato sostenendo che il vano frigo si era rotto proprio durante il trasporto, è stato sanzionato con una multa di mille euro. Per il veicolo, di proprietà di una società operante nella provincia di Genova, è stato predisposto l'iter per una nuova certificazione attestante il perfetto funzionamento.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • «Restate a casa»: nel giorno più nero per i decessi, il San Martino pubblica il 'meme' con le bare e scoppia la polemica

  • Coronavirus e affitto: cosa succede per inquilino e proprietario

  • Coronavirus, 2 milioni di mascherine. Toti: «Saranno distribuite gratis tramite edicole, farmacie e volontari»

  • Coronavirus, lo studio del fisico: «A Genova morti 7-8 volte superiori ai dati ufficiali»

  • Invasione di formiche in casa: come combatterla con metodi naturali senza uscire di casa

  • Festa in casa tra ragazzi, per sfuggire al controllo minorenne rischia di precipitare dal balcone

Torna su
GenovaToday è in caricamento