Venerdì, 17 Settembre 2021
Cronaca Castelletto / Corso Niccolò Paganini

Alberi a rischio crollo, poche risorse e molti problemi. Ma il Comune promette: «Sostituiremo»

Dopo i due episodi a Castelletto e Oregina, Tursi assicura di essere al lavoro per una manutenzione ottimale. Ma le piante in città sono 20mila, e gli uomini e i soldi a disposizione nettamente meno

Siamo a conoscenza del problema, ma non abbiamo abbastanza risorse per gestirlo: sembra rispondere un po’ questo, il Comune, a chi chiede maggiori controlli sugli alberi in zone come Castellettto, dove la fragilità (e la vecchiaia) hanno portato domenica al crollo di un grosso albero su corso Paganini, fortunatamente mentre non stava passando nessuno.

«L’area urbana di Genova comprende oltre 20.000 alberi e quindi, pur ripetendo ciclicamente controlli e verifiche a rotazione, i sondaggi dell’intero patrimonio durano inevitabilmente alcuni anni», ha fatto sapere Tursi, che ha sottolineato che, con le risorse a disposizione, le alberature cittadine vengono controllate e mantenute attraverso indagini di stabilità, attività di potatura per evitare che le chiome oscurino illuminazione pubblica o “si allarghino” in spazi privati o su facciate di edifici”, e ancora interventi di abbattimento per piante a ormai vecchie, instabili o malati, come nel caso del cancro colorato per i platani o del punteruolo rosso per le palme.

«In base ai dati a disposizione, è stato definito un piano pluriennale di reimpianto complessivo delle alberature cittadine che prevede un rinnovamento delle piante - prosegue il Comune - I contenuti di questo piano prevedono un’articolazione temporale di interventi suddivisa in classi di età che considerano vari livelli che, partendo da piante vecchie o a fine ciclo vegetativo, arrivano a quelle più giovani con aspettative di vita a medio e lungo termine». 

Nei piani del Comune, dunque, gli alberi ormai a fine ciclo verranno dunque sostituiti entro i prossimi 5 anni, mentre per quelli più giovani i tempi verranno calcolati in corso d’opera. Nessun allarme, dunque, e per quanto riguarda i crolli avvenuti nei giorni scorsi (l’altro si è verificato a Oregina), Tursi ha sottolineato che si tratta di “casualità”. L’amministrazione cercherà di prendere ogni iniziativa affinché tali eventi non si ripetano».

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Alberi a rischio crollo, poche risorse e molti problemi. Ma il Comune promette: «Sostituiremo»

GenovaToday è in caricamento