rotate-mobile
Lunedì, 24 Giugno 2024
Cronaca Albaro / Via Gian Battista Vico

Mafia: nuova vita per la palazzina confiscata ad Albaro

Assegnata all'associazione 'Il Porto dei Piccoli' che si occupa delle famiglie dei bambini in cura al Gaslini

Una palazzina confiscata alla criminalità organizzata in via Vico nel quartiere di Albaro è stata assegnata all'associazione 'Il Porto dei Piccoli' attraverso una procedura a evidenza pubblica aperta dalla direzione Patrimonio del Comune di Genova. L’immobile è composto da 16 vani dotati di servizi igienici, si sviluppa su quattro piani ed è dotato di spazio esterno pertinenziale adibito a verde.

L’assessore Francesco Maresca spiega: "L’immobile sarà restituito alla nostra comunità con fini sociali. L'associazione potrà mettere a servizio dei più piccoli, in particolare delle famiglie di bambini in cura al Gaslini, una palazzina di pregio, con spazi verdi e aperti. L’immobile sarà infatti al centro di un progetto del Porto dei Piccoli che vedrà impegnati operatori specializzati e volontari per fornire supporto e informazioni a malati e alle loro famiglie, operando in sinergia e tenendo conto di tutti gli aspetti sociali, sanitari, economici e giuridici".

Sono 68 gli immobili confiscati alle mafie a Genova, dei quali 44 provenienti dalla 'Confisca Canfarotta' (di questi 44, 40 sono stati assegnati a finalità sociali, due istituzionali e due non sono ancora stati dati in concessione), tutti di civica proprietà. Di questi 68, 12 sono stati assegnati a usi civici, mentre 41 sono stati assegnati a scopo associativo. Solo 10 quelli in attesa di assegnazione. 

"Un immobile del genere restituito alla cittadinanza con uno scopo ben preciso e che delinea la visione che Genova sta portando avanti da diversi anni - dichiara l'assessore alle Politiche sociali del Comune di Genova Lorenza Rosso -. Il tessuto sociale che stiamo coltivando ha una fondamentale importanza per la nostra amministrazione. L'associazione 'Il Porto dei Piccoli' sarà in prima linea per supportare i più piccoli, in primis i pazienti dell'Istituto Gaslini e le loro famiglie. Proprio in questi giorni è stato inaugurato un nuovo reparto per il trapianto di midollo osseo e strutture di questo tipo non fanno altro che agevolare famiglie che vengono da fuori città. Un servizio che mette in prima linea l'aiuto per coloro che hanno più bisogno: il modo migliore per dare una concreta dimostrazione di sostegno".

Continua a leggere le notizie di GenovaToday, segui la nostra pagina Facebook e iscriviti al nostro canale WhatsApp

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Mafia: nuova vita per la palazzina confiscata ad Albaro

GenovaToday è in caricamento