Sabato, 20 Luglio 2024

VIDEO | Arrivati in Ucraina i primi aiuti: "Grazie Genova per il grande cuore"

Padre Roman Demush mostra vestiti e medicinali arrivati e raccolti nella cripta sotterranea della cattedrale di Ternopil e ringrazia genovesi e liguri, padre Tarasenko della comunità genovese: "Non mettiamo il cuore in standby, pronti a far partire altri camion" 

Stanno cominciando ad arrivare in Ucraina, nella città di Ternopil, i primi aiuti inviati per la popolazione ucraina che soffre dopo l'invasione della Russia. Dalla nostra regione sono già partiti due camion, il primo da Savona che è arrivato a destinazione e il secondo da Genova che dovrebbe invece arrivare nelle prossime ore.

Ucraina, padre Tarasenko: "Presto con gli aiuti, la gente ha fame, sete e dorme nei sotterranei"

Padre Vitaly Tarasenko, cappellano della comunità ucraina genovese che ieri ha lanciato un appello a 'fare presto' anche alle istituzioni, ha pubblicato su Facebook un video in cui padre Roman Demush mostra vestiti e medicinali arrivati da tutta Italia e raccolti nella cripta sotterranea della cattedrale di Ternopil ringraziando la nostra città e la nostra regione per il grande cuore. 

"Vogliamo dire un grazie sincero a tutta la comunità di Genova e Savona, a tutti i genovesi e i liguri. Stiamo aspettando il secondo camion che dovrebbe arrivare oggi o domani. Grazie davvero da parte di tutti noi ucraini per tutta la vostra solidarietà, ne abbiamo davvero bisogno. Tutti insieme, uniti come comunità cristiana, cercheremo di vincere questa guerra perché è giusto che domini la verità".

Padre Vitaly Tarasenko spiega a Genova Today: "Il primo camion con i nostri aiuti, quello partito da Savona, è arrivato a destinazione, quello partito da Genova invece dovrebbe arrivare domani. Siamo pronti a partire con altri due carichi da Genova e Savona, noi non possiamo stare in standby, come ho sentito dire ieri in Regione, il cuore delle persone non si può mettere in standby. Grazie a tutti i genovesi e i liguri che ci stanno aiutando in questi giorni. Per quello che riguarda il materiale raccolto abbiamo davvero tantissimi vestiti, in questo momento la priorità sono soprattutto i medicinali e i viveri. Se qualcuno volesse portare anche un pasto caldo per i nostri volontari che lavorano tutto il giorno sarebbe ovviamente un grande aiuto". 

Video popolari

GenovaToday è in caricamento