menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Hiv e Aids, allarme tra i giovani: al via campagne di prevenzione nelle scuole

La proposta è arrivata in consiglio comunale ed è stata approvata all'unanimità. Stando ai dati raccolti da Anlaids, in Liguria si registrano 100 nuovi casi all'anno

Dopo l’ allarme lanciato da Anlaids Liguria sull’aumento di casi di Hiv e Aids nella regione, da Tursi arriva l’impegno a promuovere iniziative di prevenzione sul tema nelle scuole per sensibilizzare i più giovani sui rischi derivanti dall’avere rapporti non protetti e dalla necessità di sottoporsi a controlli per evitare di scoprire troppo tardi di avere contratto il virus.

L’ordine del giorno è stato promosso dalla consigliera del Pd Cristina Lodi proprio in un’ottica di sensibilizzazione, ed è stato approvato all’unanimità: «Considerato che in Italia di Aids si muore ancora e che ogni anno si contano circa 4mila nuovi casi di infezione da Hiv, e visto che il 74% delle nuove diagnosi avviene in persone che hanno scoperto l’infezione molto in ritardo - si legge nel documento - si impegna il sindaco e la giunta a sostenere la prevenzione nelle scuole di concerto con l’Ufficio Scolastico Regionale e a promuovere una campagna di sensibilizzazione di concerto con la Regione Liguria, la Asl e le associazioni attive sul tema».

I dati racconti da Anlaids, in Liguria si registrano circa 100 nuove diagnosi di infezione da Hiv all'anno, e i casi di Aids sono stimati tra i 15 e i 20 l’anno. La fascia d’età più colpita, come nel resto d’Italia, è quella tra i 18 e i 35 anni, e quindi quella dei più giovani, che a oggi sembrano non percepire i rischi dei rapporti sessuali non protetti e non conoscere a fondo una problematica ancora purtroppo molto attuale.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

GenovaToday è in caricamento