menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Aggressioni al Galliera, Viale: "Tolleranza Zero". Risponde Rossetti: "Serve intervento urgente"

Le parole del consigliere del PD in Regione Sergio Rossetti e dell'assessore regionale alla Sanità Sonia Viale dopo gli episodi di violenza avvenuti nel nosocomio cittadino

«Serve  la rapida approvazione del DDL a tutela del personale sanitario con pene più dure e tolleranza zero verso chi commette violenza contro i medici e operatori. Si è perso troppo tempo con i no ed ora bisogna recuperare», ha commentato la Vicepresidente e assessore regionale alla sanità e alla sicurezza Sonia Viale dopo i due casi di violenza accaduti all'interno del nosocomio cittadino. 

«Al Galliera i Carabinieri sono prontamente intervenuti con ben due pattuglie ma nonostante la loro presenza, dopo l’immobilizzazione e la messa in sicurezza delle persone, il soggetto algerino ha continuato a profferire minacce verso il personale sanitario che ringrazio per tutto ciò che fanno e che comunque non hanno cessato di prestare assistenza agli altri pazienti. Se verrà confermato essere uno straniero, mi auguro venga immediatamente espulso».

Pronta la reazione del consigliere Pd in Regione, Sergio Rossetti: «Spiace che l’assessore alla Sanità della Regione Liguria Sonia Viale ogni volta che si verifica un problema la butti in politica, invece di dare delle risposte. La delibera del Diareu (Dipartimento
Interaziendale Regionale di Emergenza e Urgenza) non prevede come membri i primari dei pronto soccorso, come da lei dichiarato. Ne fanno parte un primario ortopedico, un coordinatore anestesista, un primario del 118, il dottor Paolo Cremonesi per i rapporti tra ospedale e territorio, ma non in qualità di primario».

Nella nota Rossetti passa agli interrogativi: «Dopo quattro anni è legittimo chiedere quali provvedimenti sono stati presi per mettere
in sicurezza gli operatori che quotidianamente denunciano offese, minacce e, com’è successo ancora due notti fa e la notte scorsa, casi di violenza sulle persone e sulle cose. Purtroppo l’assessore Viale è sempre male informata. La guardie giurate private del Galliera non
stazionano al pronto soccorso, così come de me affermato, ma prestano servizio su tutto il nosocomio, controllando i reparti e la chiusura di tutti i varchi, e quindi necessariamente spostandosi su tutta la superficie dell’ospedale. Infatti non sono intervenute in nessuno di questi
due casi recenti, cosa che due notti fa ha fatto una Volante della Polizia presente per altri motivi, e ieri hanno fatto i Carabinieri».

E aggiunge: «Inutile sottolineare quanto sia urgente un intervento che permetta tanto al personale del pronto soccorso di lavorare senza doversi difendersi dagli attacchi di chi sta curando, quanto ai cittadini di vedere garantita un’assistenza che non sia rallentata da queste intemperanze».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Caligo: Genova si sveglia (ancora) nella nebbia, le foto più belle

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Crollo cimitero Camogli, il cronoprogramma dei lavori

  • Coronavirus

    Covid, in Liguria 248 nuovi positivi, 11 nuovi ospedalizzati

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

GenovaToday è in caricamento